Avellino imbattibile in casa, anche Varese va KO

La Sidigas conquista la quinta vittoria stagionale, la quarta in casa, al termine di una battaglia dalle polveri bagnate contro una volitiva Varese.
 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 175 volte
Ariel Filloy (Avellino)
Ariel Filloy (Avellino)

La Sidigas Avellino, in un lunch match dagli attacchi scarichi e dal punteggio basso, batte la Openjobmetis Varese per 65-61 e conquista la sua quinta vittoria in campionato.

Gli irpini arrivavano al match con la seconda migliore percentuale al tiro in A: per avere la meglio dei lombardi basta un mediocre 24/64 dal campo (percentuale pressoché identica per Varese), in una partita fatta di continui parziali.

Decisivi per i padroni di casa i due in doppia cifra: Dez Wells (16 punti con 12 tiri) e un ottimo Lollo D’Ercole dalla panchina: 10 punti con 3 triple (su 3 tentativi), tutte in momenti fondamentali dell’incontro.

Varese porta tre giocatori in doppia cifra (Hollis 15, Pelle e Okoye 10), ma vede spegnersi il sogno della terza vittoria consecutiva sul più bello, dopo aver rimontato un -7 nell’ultimo quarto.

Parte bene Varese, che limita Avellino a soli 10 punti nel primo quarto, toccando più volte il +8 a metà secondo quarto. Le triple di D’Ercole e Leunen però risvegliano gli irpini, che pareggiano con Wells. È la tripla di Ferrero che fa chiudere Varese avanti all’intervallo (30-27).

Al rientro però la squadra di Sacripanti parte forte e sorpassa con la schiacciata di Ndiaye; la Sidigas si spinge fino al +4 con Varese che si sblocca solo dopo 3’40” con i liberi di Pelle. Tolte alcune divertenti escursioni sopra il ferro di Ndiaye e Pelle, le due squadre proseguono su un leit-motiv che racconta di polveri decisamente bagnate in attacco; Avellino chiude il terzo quarto sul suo massimo vantaggio (+6) con la seconda tripla di giornata di D’Ercole.

La Sidigas tiene la testa avanti per tutto l’inizio del quarto periodo, arrivando anche a +7 (57-50); a quel punto però i campani si bloccano in attacco, e Varese sorpassa col canestro di Hollis (57-58). Si entra negli ultimi 2’ col controsorpasso di Avellino, per mano di Filloy, ma Waller dall’angolo infila una tripla dal peso specifico gigantesco prima di commettere il suo 5° fallo. La prima tripla di Rich riporta Avellino avanti con 38” sul cronometro, con i liberi di Dez Wells che portano la Sidigas sul +3. Avramovic sbaglia il layup del -1, l’1/2 ai liberi di D’Ercole vale il definitivo +4.

Avellino: Zerini 3, Wells 16, Ortner 4, Bianco NE, Mavric NE, Leunen 6, Scrubb 9, Filloy 5, D’Ercole 10, Rich 6, Ndiaye 6, Parlato NE.

Varese: Avramovic 4, Pelle 10, Bergamaschi NE, Natali 1, Seck NE, Okoye 10, Tambone, Cain 6, Ferrero 3, Wells 4, Waller 8, Hollis 15.

Parziali quarti: 10-16; 17-14; 20-11; 18-20