Brescia, è fuga! Contro una grande Cantù arriva la nona vittoria

La Germani non si ferma più e resiste ad una ottima Red October, conquistando la nona vittoria consecutiva e volando a +4 sulle seconde.
 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 247 volte
Brescia, è fuga! Contro una grande Cantù arriva la nona vittoria

Dopo un spettacolare Monday Night, la Germani Brescia sbanca il parquet di una grande Red October Cantù e conquista la nona vittoria consecutiva in campionato.

Il 88-84 finale vale, per i bresciani di coach Diana, anche il +4 in classifica sul gruppo delle seconde (Avellino, Milano, Venezia), in un inizio di stagione da favola per i lombardi.

Brescia ringrazia uno strepitoso Marcus Landry in formato MVP: 26 punti, inclusa la tripla del vantaggio decisivo, e 8 rimbalzi per lui. In doppia cifra anche i fratelli Vitali (14 e 7 assist per Luca, 10 per Michele) e l’eterno David Moss, decisivo anche lui nel finale (11 punti per l’ex Siena e Milano).

Cantù si arrende dopo una partita tenace e gagliarda, ed esce a testa altissima mandando anche lei quattro giocatori in doppia cifra: Culpepper (25, 8 assist e 6 falli subiti), Chappell (17+11), Burns (15+6+5) e Crosariol (13).

Primo quarto che parte sul segno dell’equilibrio, fino a quando Brescia non tenta un primo strappo portandosi a +6. La Red October reagisce con un parziale di 7-0 riportandosi avanti (20-19) ma gli ospiti reagiscono con un 8-1 che fa chiudere loro il primo quarto avanti di 7 (21-28).

Nel secondo quarto i bresciani si portano sul +9, ma i brianzoli non mollano spinti da un super Culpepper (15 nel primo tempo). Brescia però si riprende e chiude i primi 20’ avanti di 10 (40-50) con 15 anche per un ottimo Landry.

Terzo quarto che parte all’insegna di un nuovo break di Cantù, che con un 9-1 di parziale si riporta a -2 (49-51). I padroni di casa lottano, ma non riescono a rimettere la testa avanti, pertanto si va all’ultimo intervallo sul +4 per Brescia (62-66).

Cantù si porta subito a -1 con la tripla di Smith, ma Brescia si mantiene davanti riportandosi anche a +6. I padroni di casa non mollano di un centimetro, e pareggiano a quota 78 con la quinta tripla di serata di Culpepper. Ci pensa Moss a riportare avanti la capolista, ma Cantù pareggia nuovamente con Burns e si porta avanti a 90” dalla sirena con una nuova tripla di Smith. Vitali tiene in vita Brescia, e Landry gela il PalaDesio con la tripla dall’angolo per il +2. Entrambe le squadre sentono la pressione dalla lunetta con un 1/2 per parte, ma alla fine Sacchetti infila il 2/2 della staffa: sono 9 vittorie di fila per Brescia.

Cantù: Smith 9, Culpepper 25, Pappalardo NE, Cournooh 1, Parrillo, Tassone NE, Crosariol 13, Maspero NE, Raucci, Chappell 17, Burns 15, Thomas 4.

Brescia: Moore 8, Hunt 8, L.Vitali 14, Landry 26, Della Longa NE, Veronesi NE, Fall NE, M.Vitali 10, Moss 11, Sacchetti 6, Bushati 5.

Parziali quarti: 21-28; 19-22; 22-16; 22-22