Clamoroso: il Coni ribalta tutto, scudetti e trofei tornano a Siena

Il Collegio di Garanzia ha annullato la sentenza Fip, servirà un nuovo processo
 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 624 volte
Clamoroso: il Coni ribalta tutto, scudetti e trofei tornano a Siena

Tutto da rifare. Il Collegio di Garanzia del Coni ha annullato le sentenze di primo e secondo grado del Tribunale Federale e, per il momento, ha restituito i trofei revocati (scudetti 2012 e 2013, Coppe Italia degli stessi anni e la Supercoppa 2013) alla Mens Sana Siena, fallita poi nel luglio 2014. Uno sviluppo inatteso, visto che nei giorni precedenti a questa sentenza non c’erano stati spifferi su un ribaltone del genere, arrivato con lo scarno comunicato del Coni, all’interno delle varie sentenze odierne pronunciate dalla quarta Quarta Sezione del Collegio di Garanzia.

All’esito della suddetta camera di consiglio – si legge appunto - la Quarta Sezione ha annullato le decisioni di primo e di secondo grado afferenti ai ricorsi Finetti/FIP, Minucci/FIP, Serpi/FIP, Anselmi/FIP, Lazzeroni/FIP, Polisportiva Mens Sana Basket 1871/FIP e Mens Sana Basket 1871 a r.l. e, per l’effetto, ha rinviato gli atti al giudice di primo grado FIP (tribunale federale)”. Il ribaltone non riguarda solamente i trofei, ma anche i dirigenti a cui sono state annullate le squalifiche, su tutte la radiazione di Ferdinando Minucci, allora presidente della società toscana.

Ora servirà attendere le motivazioni da parte dell’organo giudicante del Coni, che avrà due mesi di tempo per depositarle, ma ci sarà un nuovo processo al Tribunale Federale per quanto riguarda la giustizia sportiva. Secondo quanto riportato dal Corriere di Siena, “questa volta la Polisportiva Mens Sana e la Mens Sana Basket 1871 potranno sedere sul banco della difesa dove la prima volta furono escluse”. Dunque, potrebbe essere quello uno dei motivi (o il motivo) dell'annullamento, comunque tutto il processo sportivo è completamente da rifare.