La presentazione dei quarti: Milano-Trento e Cremona-Venezia

Due sfide molto interessanti ed anche abbastanza equilibrate
06.05.2016 18:28 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
La presentazione dei quarti: Milano-Trento e Cremona-Venezia

Dopo aver presentato la parte alta del tabellone, al via da domani sera, tocca a quella bassa nel nostro avvicinamento ai playoff italiani. Le prime partite si giocheranno domenica sera, per poi proseguire le serie ogni due giorni.

Milano(1)-Trento(8)
Solitamente la sfida tra la prima e l’ottava è quella meno equilibrata e senza storia. In questo caso, però, la serie potrebbe andare un po’ diversamente rispetto alla consuetudine. Ovviamente l’EA7-Emporio Armani parte con i favori del pronostico, ma sinora ha sempre sofferto la formazione di Buscaglia nel corso della stagione: nei quattro precedenti, ben tre sono stati vinti dalla Dolomiti Energia, compresa la doppia sfida di Eurocup, con cui i trentini sono volati in semifinale.

Sono l’atipicità dei lunghi e la bravura di quest’ultimi (e non solo) a rimbalzo offensivo ad aver messo in difficoltà la formazione di Repesa nei confronti diretti, però questa volta c’è una variabile in più importante: è Esteban Batista, mai presente nelle precedenti quattro sfide e sinora dimostratosi un fattore importante sotto i tabelloni per i milanesi. L’Olimpia dovrà fare a meno di Cinciarini, ma dovrebbe recuperare Gentile, almeno nel corso della serie, così come l’Aquila potrà contare su Berggren (non tesserato in Eurocup) ed avrà l’ultimo acquisto Cummings.

Precedenti: 1-3 (andata 73-80, ritorno 83-79, andata Eurocup 73-83, ritorno Eurocup 79-92)

Cremona(4)-Venezia(5)
La sorpresa del campionato contro una delle delusioni, almeno fino a qualche settimana fa. La Vanoli ha disputato una stagione strepitosa, restando sempre nelle zone di vertice e mettendo al sicuro uno dei primi quattro posto da oltre un mese, oltre che i primi playoff della propria storia, pur senza il proprio leader Luca Vitali. Ha pagato fisicamente lo sforzo nelle ultime giornate, dove è parsa in riserva di energie, ma potrà contare su un grande entusiasmo e sulla spinta del PalaRadi.

Diverso il cammino dell’Umana: partita come una contendente per lo scudetto, è stata in grossa difficoltà ed ha vissuto anche un cambio di allenatore. Pur tra numerosi problemi fisici, nell’ultimo periodo la squadra di De Raffaele è cresciuta in maniera esponenziale ed ha trovato quella continuità mai vista fino a metà aprile. L’arrivo di Jeremy Pargo potrebbe far saltare il banco, se riuscirà ad incidere come nella prima uscita (18 punti con 9/12 da 2), mentre ci sarà all’esordio il nuovo lungo Ousman Krubally. Una serie che potrebbe rivelarsi molto equilibrata.

Precedenti: 1-1 (andata 51-73, ritorno 74-73)