La presentazione dei quarti: Reggio-Sassari e Avellino-Pistoia

Domani scattano i playoff con la parte bassa del tabellone
06.05.2016 11:28 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
La presentazione dei quarti: Reggio-Sassari e Avellino-Pistoia

Domani prende il via la fase più attesa ed appassionante della stagione: i playoff. Il primo turno al meglio delle 5 partite, poi semifinali e finali al meglio delle 7, per assegnare il titolo 2016, al termine di una stagione regolare molto equilibrata e con tanti verdetti emersi solo nell’ultima giornata. Ma ora si cancella tutto, per un mese e mezzo circa di pura adrenalina.

Reggio Emilia(2)-Sassari(7)
Lo scorso anno fu la finale scudetto, risolta solo in una drammatica gara 7, mentre ora le due contendenti si affrontano già ai quarti di finale, in una serie più corta e attesissima. E, al di là della posizione finale di classifica, la serie si preannuncia molto equilibrata. La Grissin Bon ha il fattore campo dalla sua parte e (finalmente) il roster al completo, ma il Banco di Sardegna ha vissuto un finale di stagione in crescendo, dopo un’annata travagliata fatta di delusioni e ribaltoni.

La formazione emiliana inserirà il neo acquisto Derek Needham in gara 1: non è mai facile cambiare gli equilibri di una squadra in un momento decisivo ed il suo impatto avrà certamente un peso nella serie. Dall’altra parte c’è la grande crescita di Josh Akognon, il cui arrivo sembra aver dato una quadratura alla formazione di Pasquini, oltre che un uomo capace di inventare, assieme al solito Logan, per cui i playoff sono l’habitat naturale. Le chiavi? La difesa di Reggio Emilia ed il ritmo di Sassari. Chi delle due imporrà il proprio gioco, staccherà il pass per le semifinali.

Precedenti: 1-2 (Supercoppa 79-78, andata 70-94, ritorno 98-102)


Avellino(3)-Pistoia(6)
Senza nulla togliere al grandissimo campionato fatto da Pistoia, sembra sulla carta la serie dei quarti più indirizzata, a favore degli irpini. La formazione di Sacripanti ha giocato un girone di ritorno superlativo, anche migliore delle grandi favorite, e si presenta al via della post-season con il morale alle stelle e con uno stato di forma invidiabile. Con la spinta in più, arrivata dai premi individuali vinti da James Nunnally e Nicola Alberani, come MVP del campionato e miglior dirigente.

Dopo essere stati la grande sorpresa del girone d’andata, i toscani hanno, invece, subito una flessione, conquistando il pass all’ultima giornata, pagando un’innumerevole serie di infortuni, che ha ridotto all’osso le rotazioni di Vincenzo Esposito. Ora dovrebbero esserci tutti e la Giorgio Tesi Group proverà a sfruttare l’onda dell’entusiasmo per la post-season conquistata per mettere del pepe in questa serie, con la consueta abilità a non mollare mai vista anche nei momenti più difficili. Per battere la Sidigas vista negli ultimi mesi, però questo potrebbe non bastare.

Precedenti: 1-1 (andata 70-76, ritorno 84-78)