La Serie A al “vero” giro di boa: caos, rivincite e incroci pre-pausa

I temi del weekend di Serie A.
09.02.2019 15:50 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
La Serie A al “vero” giro di boa: caos, rivincite e incroci pre-pausa

È l’ultima giornata di campionato prima della lunghissima pausa per Coppa Italia e Nazionali: la 19esima giornata di Serie A può, infatti, essere considerata il “vero” giro di boa della stagione. Messo alle spalle il weekend di campionato che parte già stasera, infatti, dopo tre settimane di lavoro, riposo e possibili novità assisteremo alla lunga volata che porterà dritta sino ai Playoff.

Playoff per cui è lotta aperta allargata: con dieci squadre raccolte nello spazio di tre vittorie, sono tanti gli incroci da tenere d’occhio. Si parte già stasera, con l’anticipo tra Cremona e Virtus Bologna; domani occhio anche al lunch match tra Avellino e Brescia -due squadre in un momento non positivo della loro stagione- e alle sfide Trieste-Varese e Venezia-Trento. In particolare, il rematch della finale 2017 (e dell’ultima semifinale playoff) può emettere un verdetto importante per la stagione di entrambe le squadre, specialmente alla vigilia della lunga pausa.

Sfide impegnative per tre squadre in lotta per non retrocedere: Pesaro va sul campo dell’acciaccata (ma arrabbiata, per lo 0-20 di lunedì) Milano, mentre Torino ospita una Sassari sempre insidiosa e va sul campo della caldissima Brindisi. A chiudere il programma è quello che in realtà è il match che apre, cronologicamente, la giornata di campionato, quello tra Reggio Emilia e Cantù.

Se gli emiliani vedranno il debutto in panchina di Stefano Pillastrini (e la probabile ultima presenza in maglia reggiana di KC Rivers), i brianzoli hanno tenuto banco negli ultimi giorni per il caso relativo a Nicola Brienza, subentrato sulla panchina di Cantù dopo l’abbandono di Pashutin. Dopo il tesseramento rigettato dalla Legabasket a causa del mercato bloccato dai lodi pendenti, la FIP ha confermato invece la nomina dell’ex assistente come nuovo capo-allenatore, che quindi dovrebbe essere regolarmente in panchina nel match del PalaBigi. A sostegno della decisione, una nota ufficiale che precisa come si sia trovata la “sintesi di più posizioni per fondare un movimento più sostenibile, virtuoso e capace di garantire una parità competitiva tra tutti i partecipanti”. Una vicenda che potrebbe trascinare l'anticipo di stasera anche oltre i 40' del match tra le due squadre.