Ricci, Zanelli ed Alibegovic: "new wave" tra sorprese e conferme

Tre outsider italiani protagonisti dell'ottimo avvio di stagione di Virtus Bologna, Brindisi e Roma
12.11.2019 16:31 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Ricci, Zanelli ed Alibegovic: "new wave" tra sorprese e conferme

Questa stagione, tra conferme e nuove scoperte, ci sono tanti giocatori da tenere d'occhio. Questa settimana parliamo di Giampaolo RicciAmar Alibegovic e Alessandro Zanelli, con un passato comune di gavetta in Legadue ed adesso sotto i riflettori grazie alle loro prestazioni con Virtus Bologna, Virtus Roma Brindisi.

"Pippo" Ricci, dopo una carriera in provincia, si è guadagnato la preconvocazione al mondiale cinese, fallendo l'inclusione negli ultimi 12 di coach Sacchetti. Ciò non ha certo scoraggiato il lungo, che alla prima stagione alle Vu nere sta vivendo il miglior momento della sua carriera. Più di 10 punti di media, con diverse doppie doppie sfiorate ma anche una maggiore poliedricità nel suo gioco, come testimonia le diverse gare con più di 3 assist. Rendimento valido anche in Eurocup, dove cala un poco il fatturato dei punti: Ricci è ormai una conferma importante per coach Djordjevic, che lo impiega più di 25 minuti a partita anche grazie al suo stellare 55% dalla lunga distanza. 

Nota lieta per l'altra Virtus, RomaAmar Alibegovic, americano di nascita, bosniaco di nazionale ed italiano di formazione. Alla sua seconda stagione da pro, Alibegovic ha migliorato tutte le cifre della sua già positiva campagna in Legadue la scorsa stagione, con 9.3 punti e 6.8 rimbalzi di media. Ancora giovane (24 anni) e discontinuo: dopo le partite tra Pistoia, Fortitudo Bologna e Milano, concluse con 15 punti e 8 rimbalzi di media, sono arrivate le brutte prove contro Cantù e Sassari, con 7 punti e 10 rimbalzi di media. 

Miglioramenti netti, alla sua seconda stagione in Puglia ed in Serie A, per Alessandro Zanelli. Il nativo di Motta di Livenza, pur partendo come cambio di un giocatore ingombrante come Banks, capocannoniere del campionato, sta maturando a 27 anni. Quasi 5 punti di media con 2.5 assist e 2.3 rimbalzi, ma le ultime due gare contro Venezia e Trieste, entrambe vittoriose con 10 punti e 3.5 rimbalzi di media, potrebbero essere state l'inizio di una maggior presa di consapevolezza e maturazione del playmaker.