Rivincite e incroci playoff: un lungo weekend di Serie A da vivere

Cosa ci aspetta nella prossima giornata di campionato.
09.03.2019 15:49 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Rivincite e incroci playoff: un lungo weekend di Serie A da vivere

Una rivincita delle ultime Final Eight, il remake di una finale scudetto di tre anni fa che oggi è un testacoda. Ma anche due incroci importanti in chiave playoff. Sarà una giornata importante di Serie A, la 21esima, quella che segna l’ingresso ufficiale nell’ultimo terzo di stagione. Un turno che si svilupperà su tre giorni, visto il posticipo al lunedì dello scontro tra ultima e prima, Reggio Emilia-Milano, una partita interessante soprattutto per il ritorno al PalaBigi da avversario di Amedeo Della Valle.

La prima sfida che salta agli occhi è però quella tra Venezia e Sassari, rematch dell’incredibile quarto di finale di Coppa Italia di Firenze -con la rimonta sarda da meno 20- e sfida tra due delle ultime squadre a laurearsi campioni d’Italia. Un incrocio importante, per Venezia per ritrovare morale (in vista del ritorno in Champions) e distanziare il 3° posto di Cremona (che riceve Pistoia, oltre a festeggiare la Coppa Italia davanti i tifosi amici del PalaRadi), per Sassari per tenersi a contatto con la zona playoff.

Zona playoff che vede ben quattro squadre appaiate al settimo posto, e due di queste si sfideranno tra loro: Cantù-Bologna è la partita che mette davanti l’ultima squadra rimasta imbattuta nel girone di ritorno (i caldissimi brianzoli, reduci da 5 vittorie consecutive) e una squadra in crisi soprattutto gestionale, con l’esonero annunciato di Sacripanti -che però dovrebbe essere in panchina a Desio, a caccia della sua vittoria numero 350 in Serie A- e l’arrivo di Sasha Djordjevic.

Se la terza, Trieste, riceve Pesaro nell’anticipo del sabato, la quarta del gruppo, Trento, è di scena a Brescia in un autentico spareggio, fondamentale soprattutto per la Leonessa. Un ko casalingo della squadra di Diana, infatti, varrebbe lo 0-2 nello scontro diretto contro i vicecampioni d’Italia, in uno scenario scontri diretti non molto favorevole per la Germani.