Super Polonara, Sassari vince nel lunch match contro Cremona

La formazione di Pasquini ribalta anche la differenza canestri
11.03.2018 13:43 di Valdo Di Nolfo  articolo letto 330 volte
Super Polonara, Sassari vince nel lunch match contro Cremona

È il Banco di Sardegna Sassari a sorridere nel lunch match della 21esima giornata contro la Vanoli Cremona. 102 a 86 il risultato finale di una gara dal sapore particolare per i tanti ex, dai cugini Diener a Johnson-Odom ma soprattutto il coach del triplette Meo Sacchetti omaggiato da tifosi e società. 16 punti di vantaggio con cui la Dinamo ribalta a proprio favore la differenza canestri in chiave playoff. Partita dal ritmo serrato, i padroni di casa arrivano fino al massimo vantaggio di + 17 nel secondo quarto, gli ospiti accelerano, rimontano e mettono la freccia per il sorpasso nel terzo periodo ma poi un grande Polonara, 21 punti e 8 rimbalzi, riporta davanti i suoi nell'ultima frazione di gioco.

Partenza equilibrata tra i due quintetti, Cremona mette la testa avanti con Johnson-Odom e la tripla di Martin a cui rispondono immediatamente i centri dall'arco di Pierre e Polonara per il sorpasso Dinamo, il primo quarto si chiude 23 a 21 per i padroni di casa. Il secondo periodo inizia con la sagra dei canestri dalla lunga distanza con Drake Diner, Bostic due volte e Martin, il lavoro sotto le plance di Planinic in casa Sassari da i suoi frutti poi la tripla di Spissu porta i padroni di casa alla doppia cifra di vantaggio, la Vanoli non trova più il canestro e i sardi arrivano fino al +17. A fine quarto un break di 7 a 0 a firma Fontecchio e cugini Diener accorcia il gap per gli ospiti e manda le squadre all'intervallo lungo sul 50 a 40.

Al ritorno dagli spogliatoi gioca solo Polonara, 6 punti consecutivi con cui il Banco di Sardegna torna a +16. Cremona ci crede e in pochi minuti trascinata da Drake Diener e Martin recupera ben 12 punti, la rimonta non si arresta, Fontecchio e Portannese realizzano quattro triple di fila per il sorpasso Vanoli e il canestro al ferro di Planinic fissa sul 69 a 70 alla terza sirena. All'inizio dell'ultima frazione di gioco la Dinamo interrompe subito il ritmo degli avversari, i centimetri di Planinic, un super Polonara e ottimo Bostic realizzano il parziale di 18 a 2 con cui i sardi tornano a + 15. Fontecchio e Portannese continuano a crederci ma non riescono a cambiare l'inerzia del match che si chiude 102 a 86 per la Dinamo, con il canestro dall'arco allo scadere di Pierre che ribalta la differenza canestri tra le due squadre.