Ultima di andata in Serie A: si decide tutto in quaranta minuti

La preview dell'ultima giornata di serie A.
 di Simone Mazzola Twitter:   articolo letto 155 volte
Ultima di andata in Serie A: si decide tutto in quaranta minuti

E’ l’ultima giornata di andata del campionato di serie A e ovviamente c’è in palio la qualificazione alle fina eight di coppa Italia, obiettivo molto importante per tante squadre e a 40 minuti dalla fine gli intrecci sono molto interessanti e quantomai importanti. Ci sono ben cinque squadre in corsa per gli ultimi tre posti e partendo da questa sera ci saranno i primi verdetti. Nella nostra analisi di tutte le possibili combinazioni e solo Sassari, Trento e Cantù sarebbero padrone del proprio destino staccando un biglietto per le fina eight con una vittoria. Cremona è quella che dovrà ascoltare più radioline per sperare in un aiuto.


Ci sono tre partite che spiccano più di altre all’interno del quadro di quest’ultima giornata. 
La prima è indubbiamente Trento-Avellino di questa sera che oltre a dare i primi verdetti sulla coppa Italia mette di fronte la squadra senza dubbio più calda e in testa alla classifica contro una compagine coriacea come quella di Buscaglia che sta attraversando un momento di forte risalita dopo le difficoltà iniziali. Sarà un match tutto da gustare e con punti pesanti in palio.

Il secondo scontro da seguire è senza dubbio il derby emiliano tra Virtus e GrissinBon. Bologna si gioca una fetta di qualificazione e deve vincere sapendo che potrebbe anche non bastare.
Dall’altra parte la GrissinBon spera di bissare il colpo dell’anno scorso e ritroverà l’ex per eccellenza di questo match ovvero Pietro Aradori.


L’ultima in ordine di tempo delle partite di cartello è sicuramente lo scontro tra i campioni d’italia e l’Olimpia Milano con i biancorossi che si devono rifare della cocente delusione europea, mentre i campioni in carica, dare lustro a un periodo difficile.
Rimanendo nelle lombarde, come detto, c’è la necessità di vittoria per la Red October Cantù che con il risultato positivo di Brindisi si porterebbe a casa il viaggio a Firenze, ma la storia dice che l’impresa è riuscita solo nel 2011 e il miglior attacco con contemporaneamente la peggior difesa del campionato, dovrà dare una sferzata per conquistare un importante traguardo.

Cremona ha l’obbligo di vincere a Capo d’Orlando e coronare un periodo decisamente positivo, mentre Capo dovrà cercare di schiarire le idee in attacco perchè è ultima a quota 67.
Sassari dal canto suo ha l’obbligo di vincere a Pesaro oppure sperare in qualche combinazioni in caso di sconfitta, mentre il quadro si chiude con altre due lombarde. Varese ospita una Torino in grande stato di forma e reduce dalla vittoria su Brescia, mentre proprio la Germani ospita Pistoia per rilanciarsi dopo un momento difficile e alcune fisiologiche sconfitte.
Tutto è apparecchiato per un grande ballo e domani sera avremo le risposte.