Varese travolge Brescia, Avellino e Venezia in vetta, ok Reggio e Torino

Cosa è accaduto in Serie A nelle altre gare di domenica
 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 411 volte
Varese travolge Brescia, Avellino e Venezia in vetta, ok Reggio e Torino

Venezia e Avellino rispondono al successo di Milano, restando in vetta alla classifica. I campioni d’Italia soffrono moltissimo, prima di riuscire ad imporsi in volata sul campo della Vanoli Cremona, dove nel finale ci sono le giocate decisive di Watt ed Haynes. E’ stata una partita molto offensiva nella prima parte, dove Johnson-Odom e Sims hanno provato a lanciare in fuga i padroni di casa (35-28 al 15’), con la risposta ospite di Johnson e Bramos. La ripresa è stato un continuo botta e risposta, fino al combattutissimo finale, dove il centro dell’Umana trovava canestri importanti, tra cui il 2+1 del definitivo vantaggio ad 1' dalla fine. Due errori ai liberi di DJO condannavano Cremona, mentre il tentativo sulla sirena di Drake Diener non trovava il canestro ed è festa orogranata.

Tutto molto facile, invece, per la Sidigas su Pistoia. Escluso il primo quarto, non c’è partita al Pala DelMauro, dove i padroni di casa sono comodamente avanti già prima dell’intervallo lungo, per superare i 20 punti di vantaggio in avvio di ripresa e controllare senza alcun problema. Le firme di Rich e Fesenko (18 punti a testa) sono in calce alla partita, mentre agli ospiti non bastano alcuni canestri di Moore. In zona playoff, invece, dopo il successo di mezzogiorno di Sassari su Bologna, c’è la sofferta vittoria di Reggio Emilia a Capo d’Orlando. E’ Amedeo Della Valle (24 punti) a decidere il confronto, con una raffica di tre triple negli ultimi tre minuti, dopo una gara spesso molto equilibrata. Tra gli ospiti c’è anche un grande Cervi (21 punti), mentre non bastano i 21 di Stojanovic ai paladini.

E’ iniziata con il piede giusto l’avventura in campionato di Galbiati, sulla panchina di Torino. Dopo la serie di pesanti sconfitte, la Fiat torna alla vittoria, pur soffrendo fino alla fine sul campo del fanalino di coda VL Pesaro. I piemontesi sono sempre avanti, anche di 10, prima di subire rimonta e sorpasso dei padroni di casa, con i punti di Mika e Moore. Gli ospiti, pur senza l’infortunato Poeta, nel finale trovano le giuste risposte ed i canestri decisivi di Jones (23 punti) e Garrett (22). Il posticipo è una sinfonia di Varese: dopo aver vinto con Venezia, Milano e Cantù, prosegue il momento magico dell’Openjobmetis. La squadra di Casa travolge l’ex capolista Brescia e si avvicina alla zona playoff, ora distante solo due punti: non c’è partita al PalaA2A, con i padroni di casa subito in doppia cifra di vantaggio ed anche a +30 nel corso del match. Un Avramovic (29 punti con 4/8 dall’arco) stellare guida i suoi, con anche Okoye e Larson in doppia cifra, mentre la Leonessa subisce il peggior stop stagionale, dove solo Landry riesce a trovare un minimo di continuità.