Venezia batte Trento al fotofinish dopo una super partita

il rematch della finale della scorsa stagione,
 di Simone Mazzola Twitter:   articolo letto 215 volte
Venezia batte Trento al fotofinish dopo una super partita

E' solo la seconda giornata, ma le due finaliste della scorsa stagione danno già un saggio di come le loro aspirazioni per il campionato non siano assolutamente cambiato, dando vita a uno spettacolo notevole nell'anticipo di mezzogiorno, portato a casa dai campioni d'Italia 79-78.


Il rematch della finale scudetto si apre completamente nel segno della Dolomiti Energia Trento che coglie del tutto impreparata la Reyer con un inizio di grande veemenza.
I padroni di casa sono svogliati, distratti e molto poco intensi, infatti i lunghi incappano già in diversi falli nel primo quarto e DeRaffaele è costretto a chiedere il timeout quando Trento minaccia la prima fuga con Behanan che fa il vuoto vicino a canestro.
L'entrata di De Nicolao dà una piccola sferzata di positività con un paio di triple e difese intense, ma il problema dei falli e il bonus raggiunto molto presto, manda spesso Trento in lunetta permettendo di chiudere avanti i primi dieci minuti 23-14.
Orelik prova a suonare la carica per la rimonta e Venezia trova un pò di ritmo in attacco, anche se rimane lui l'unica vera arma che colpisce con costanza.
Trento dopo aver subito la rimonta, trova i primi sussulti di Flaccadori che con un canestro e tre liberi tiene avanti i suoi che chiudono il primo tempo sul 42-38.

Quando Venezia sembra poter piazzare il colpo tramortente mettendo la freccia, Trento reagisce da grande squadra e trova un Behanan d'antologia che domina i difensori avversari che gli si parano davanti.
Arriva qualche colpo da Johnson con un paio di canestri, ma manca completamente l'apporto di Haynes che pasticcia a più riprese.
Si entra nel quarto periodo con Trento che prova la nuova fuga in un'ambiente decisamente vibrante. Flaccadori vola in contropiede e fa +7 per i suoi obbligando De Raffaele al timeout, ma i campioni d'Italia rispondono.
Johnson s'iscrive ufficialmente al match con due triple consecutive per ricucire lo strappo e poi Bramos completa la rimonta con il sorpasso sul 75-74 con 5 minuti da giocare nel quarto periodo. E' il preludio a un finale da libro giallo, come lo era stato in tutta la serie finale della scorsa stagione.
Sutton stoppa Peric, converte in contropiede, così come Flaccadori e a 1.49" dalla fine Trento è di nuovo avanti di uno. Il canestro decisivo è di Orelik che vicino a canestro converte un semigancio con l'aiuto del ferro. Nell'ultimo possesso, Flaccadori sbaglia la tripla, Forray converte il tap-in ma decisamente oltre il tempo e dopo l'instant replay, il Talercio esplode.