Vincono Roma, Cantù, Reggio Emilia e Brindisi. Cade in trasferta Trento

Ecco i risultati delle gare di Serie A, della quinta giornata, disputate nel pomeriggio. Vittorie per Roma Cantù, perde Reggio Emilia.
20.10.2019 20:47 di Alessandro Nobile   Vedi letture
Vincono Roma, Cantù, Reggio Emilia e Brindisi. Cade in trasferta Trento

Virtus Roma-Fortitudo Bologna 79-65. La Virtus Roma nel suo buon momento conquistando, in casa, un'ottima vittoria contro la Fortitudo Bologna con il punteggio di 79-65. La partita è stata indirizzata dai capitolini sin dall'inizio, mettendo subito la testa avanti e mantenendola fino al termine dell'intera sfida. Nel primo quarto è arrivato il massimo vantaggio di 9 punti, sul 21-12, che ha spento il motore della Effe. Nel secondo quarto, poi, gli emiliani sono riusciti con un po' di orgoglio a tenere aperta la partita, rimanendo a soli cinque punti all'intervallo lungo sul 41-36. Nel terzo quarto gli ospiti non sono rientrati in campo, i ragazzi di Bucchi hanno creato il solco fino a un massimo vantaggio di 17 punti sul 55-38, terminando poi con 16 punti di vantaggio dopo 30'. Nell'ultimo quarto, poi, c'è stata una passerella dei padroni di casa che hanno raggiunto, addirittura, 23 punti di vantaggio prima di una mini-rimonta d'orgoglio della squadra di coach Martino, che ha fissato il punteggio finale sul -12. Tra i capitolini il giocatore che è riuscito a imporsi maggiormente è stato Jefferson con 21 punti. Per la Fortitudo, imvece, bella prestazione di Robertson che ha messo a referto 16 punti.
Virtus Roma: Jefferson 21, Alibegovic 17, Dyson 14, Buford 12.
Fortitudo Bologna: Robertson 16, Cinciarini 11, Stephens 10, Aradori 9.

Cantù-Trento 78-72. Vittoria a sorpresa per Cantù, tra le mura amiche, contro una Trento che nelle ultime settimane aveva alzato il livello, vittoria arrivata con il punteggio di 78-72. La partita è stata presa in mano da Cantù sin dal primo quarto, dove ha dominato la scena, senza lasciare nemmeno un'occasione a Trento per mettere la testa avanti. Nei secondi 10' non è cambiata la trama della sfida, i padroni di casa hanno allungato fino a toccare i 13 punti di vantaggio sul punteggio di 38-25. E dopo una mini-rimonta che aveva riportato gli ospiti a -4, i lombardi sono tornati al +11 dell'intervallo lungo. Nel terzo quarto il vantaggio si è dilatato ulteriormente, con il pallino del gioco rimasto in mano a Cantù che ha controllato la sfida senza patemi e senza faticare troppo. Nel quarto parziale i trentini, dopo aver toccato il -18, hanno riaperto la sfida e son rientrati fino al -6 del 40'. Per i padroni di casa buona partita di Wilson, con 17 punti a referto. Tra gli ospiti, invece, grande gara di Kelly che ne ha messi insieme 24 punti, che non son serviti però per portare a casa la sfida.
Cantù: Wilson 17, Collins 15, Pecchia, Hayes e Simioni 12.
Trento: Kelly 24, Blackmon 11, Forray 10, Craft 9.

Reggio Emilia-Pistoia 84-72. Buona vittoria casalinga per Reggio Emilia che ha avuto la meglio, con il punteggio di 84-72, di Pistoia. Nel primo quarto la partita è stata controllata, in maniera, tranquilla dai padroni di casa che hanno raggiunto anche il +6, prima di crollare negli ultimi secondi e trovarsi sotto di tre lunghezze dopo 10'. Nel secondo quarto, poi, è stato un assolo di Pistoia che ha cercato di scappare per non lasciare il pallino in mano ai padroni di casa, i toscani hanno raggiunto anche gli 8 punti vantaggio e all'intervallo lungo sono arrivati avanti 43-37. Nel terzo quarto la situazione è stata divisa in due tronconi, nei primi 5' di dominio ospite fino al +13 di vantaggio e nell'ultima parte del parziale dove gli emiliani sono rientrati in partita, trovandosi addirittura avanti di 1 punto dopo 30'. Nel quarto parziale la partita è stata a senso unico, con Reggio Emilia che è riuscita ad allungare fino alla doppia cifra di vantaggio, prima di chiudere con un parziale di 27-16. Per i padroni di casa ottima gara di Mekel con i suoi 21 punti messi a referto; per Pistoia, invece, si è messo in mostra Johnson con 21 punti.
Reggio Emilia: Mekel 21, Vojvoda 20, Owens 12, Upshaw 11.
Pistoia: Johnson 21, Petteway 16, Dowdell 9, Landi 8.

Brindisi-Pesaro 108-99. Ottima vittoria casalinga per Brindisi che ha avuto la meglio su Pesaro, con il punteggio di 108-99. Il primo quarto ha fatto capire sin da subito che la partita sarebbe stata una terra di conquista per i ragazzi di Frank Vitucci. I pugliesi per i primi due quarti hanno lasciato poco spazio agli avversari, nel terzo quarto invece Pesaro ha cercato a trattati di riaprire la partita ma la difesa di Brindisi è riuscita a tenere in piedi la gara. L’Happy Casa ha portato, così, a casa due punti fondamentali per la classifica, dando continuità dopo la bella vittoria al Mediolanum Forum contro Milano. Per i padroni di casa il giocatore che si è contraddistinto maggiormente è stato Brown, con i suoi 32 punti. Per Pesaro, invece, il giocatore migliore è stato Barford che ha messo a referto 22 punti.
Brindisi: Brown 32, Banks 18, Thompson 17, Martin 14, Campogrande 11.
Pesaro: Barford 22, Pusica 20, Thomas e Chapman 18, Drell 16.