2ª Serie A: tutto facile per Venezia e Brindisi, VirtusBo e Trieste al fotofinish

La Reyer domina a Cremona, la Happy Casa piega Roma, Segafredo ed Allianz nel finale battono Brescia e Sassari, Varese e Cantù vincono contro Fortitudo e Pesaro
04.10.2020 22:24 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
2ª Serie A: tutto facile per Venezia e Brindisi, VirtusBo e Trieste al fotofinish

La seconda giornata della Serie A vede poco rispettato il fattore campo, nonostante in alcuni casi ci siano state maggiori riaperture al pubblico. Il primo colpo esterno arriva da Cremona, dove la Reyer domina la Vanoli: i granata scappano via già nel primo quarto per non voltarsi più indietro, guidati dai 15 di Chappell ed i 14 a testa di Watt e Tonut, mentre per Cremona non bastano i 19 di un sempre ispirato TJ Williams.
Successo ben più difficile per la Virtus Bologna: per piegare Brescia servono tutti e 40 i minuti di gioco, in totale equilibrio fino al parziale di 6-0 nel finale, decisivo per strappare il referto rosa. Referto su cui risaltano i 19 punti e 7 assist di Milos Teodosic per i felsinei, mentre per la Leonessa Kenny Chery fa ancora meglio con 24 punti in 28 minuti. 
Vittoria arrivata solo all'ultimo anche quella di Trieste, che sbanca Sassari in rimonta. L'Allianz parte male, rimane in gara, e nel quarto quarto piazza la zampata che abbatte i giganti, che cadono sotto i colpi di Juan Manuel Fernandez, autore di 20 punti, top scorer al Palaserradimigni seguito dai 16 a testa di Pusica e Kruslin per la Dinamo. 
Altalena di emozioni alla Unipol Arena di Bologna, con Fortitudo e Varese che vivono una gara di parziali e contro parziali continui. Alla fine a spuntarla sono gli ospiti, nonostante un roster di soli 9 uomini a causa delle defezioni mediche: la squadra di coach Bulleri piazza il break di 26-16 negli ultimi 10 minuti; MVP della gara Toney Douglas con 20 punti, vincitore del duello a distanza con Fletcher, che ne annota 17.
La seconda gara "comoda" di giornata va in scena in Puglia, con Brindisi che domina sin dalla palla a due la Virtus Roma. Mattatore D'Angelo Harrison con 22 punti e 5/8 dalla distanza, mentre tra i giallorossi si salva Jamil Wilson con 18 punti. 
Infine, nel posticipo, Cantù ha la meglio su Pesaro: decisivo un quarto periodo da 26-13 dei brianzoli che riescono a rimontare i marchigiani. 

Tutti i risultati:
Vanoli Cremona - Umana Reyer Venezia 66-83
Germani Brescia - Virtus Segafredo Bologna 80-81
Banco di Sardegna Sassari - Allianz Trieste 72-74
Fortitudo Lavoropiù Bologna - Openjobmetis Varese 83-88
Happy Casa Brindisi - Virtus Roma 91-67
Acqua San Bernardo Cantù - Carpegna Prosciutto Basket Pesaro 81-72