La Virtus Segafredo Bologna con la coppia Abass-Adams batte Trieste

11.04.2021 22:10 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
La Virtus Segafredo Bologna con la coppia Abass-Adams batte Trieste

E’ sconfitta in quel di Bologna (nella foto Adams) per l’Allianz Pallacanestro Trieste: contro la Segafredo Virtus di “Sasha” Djordjevic, la formazione biancorossa riesce a tener botta per due quarti, poi cade sotto la linearità e la concretezza dei bolognesi, bravi a sfruttare l’ottima prova dell’asse Adams - Abass durante tutti i quaranta minuti. 

La Segafredo è alla quarta partita in nove giorni, mentre i biancorossi, reduci dal turno di riposo, schierano come quintetto base Fernandez, Doyle, Henry, Da Ros (1/1 da due, 3/5 nelle bombe, 6 rimbalzi) e Upson. I felsinei, con il trio Belinelli - Markovic - Teodosic a riposo, partono con Pajola, Adams, Abass, Weems e Gamble: l’inizio è però appannaggio dell’Allianz, che piazza un 2 - 10 iniziale grazie alla coppia Doyle - Upson. Ci mette poco la Virtus per rimontare, perchè Pajola ispira i compagni e, fra una tripla segnata e un assist per Weems, completa l’aggancio. Tessitori, da sotto, completa un 6 - 0 Virtus che pareggia la gara: quando poi Adams si accende, inchiodando anche una spettacolare schiacciata sulla linea di fondo, ecco che la Segafredo passa in vantaggio, fino ai canestri di Alibegovic e Nikolic che valgono il 23 - 18 per i padroni di casa. 

La seconda frazione si apre con un’inchiodata di Nikolic, su ottimo recupero della difesa Segafredo: Alviti e Laquintana riescono a tenere in linea di galleggiamento Trieste (27 - 25), ma dieci punti praticamente di fila dello scatenato Abass (4/6 da due, 3/5 dalla lunga, 4 rimbalzi, 4 assist), che condisce la sua prova con due tiri pesanti, riporta la Virtus in vantaggio in doppia cifra. Myke Henry non molla e segna due canestri, uno in contropiede e uno dal centro dell’area, ma la bomba di Alibegovic su assist di Pajola ridà fiducia alla Virtus, che si porta avanti di nove all’intervallo lungo (40 - 31). 

La ripresa inizia con il lungo Gamble che si fa ben vedere nei pressi del ferro: due bombe a firma Fernandez - Da Ros danno verve all’attacco biancorosso, ma l’inerzia della gara rimane sempre nelle mani della Segafredo, che con un jumper di Weems si porta avanti in doppia cifra (48 - 37) e induce Dalmasson a chiamare time out a 6’10’’ dalla sirena. Il terzo quarto vede Adams (5/8 da due, 1/4 da tre, 3/3 ai liberi, 6 assist) prendere in mano le redini della partita in appoggio a Pajola: l’americano, insieme ad Abass, è il giocatore che fra assist e canestri tiene avanti la Virtus con convinzione, mentre per i biancorossi c’è una fiammata di Laquintana, che tramuta una penetrazione ed un contropiede a canestro, fino al 56 - 48 del trentesimo. 

L’ultimo periodo, però, viene controllato dai padroni di casa: l’Allianz cerca di sforzarsi per recuperare, ma i felsinei non hanno troppi problemi, grazie alla coppia Adams - Abass che continua a furoreggiare sul parquet. La schiacciata dell’ala classe ’93 vale il 64 - 51, poi una sequenza di triple a firma Da Ros - Adams - Henry - Ricci arricchisce un ultimo periodo piuttosto sonnacchioso: il ritmo della gara porta il tabellone luminoso a siglare il 76 - 59 locale, poi negli ultimi scampoli di gara c’è qualche spunto di Henry che però serve davvero a poco. Il giovane Deri fissa con un canestro dalla media l’81 - 67 conclusivo e Trieste è già con la testa all’impegno di Trento, mercoledì 14 aprile.