Mezzogiorno dalla lunetta al Palalido: Milano torna a vincere in A

L'Olimpia soffre per 25' prima di piegare una Treviso estremamente fallosa: brillano Gudaitis, Scola e Sykes, positivo il rientro di Nedovic.
12.01.2020 13:52 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Mezzogiorno dalla lunetta al Palalido: Milano torna a vincere in A

Dopo aver spezzato il periodo negativo con il successo di giovedì sul Panathinaikos, l'Olimpia Milano torna a vincere anche in campionato, imponendosi sulla matricola De' Longhi Treviso nel mezzogiorno dell'Allianz Cloud. Il finale di 91-67 poco racconta della partita andata in scena nel vecchio Palalido, in cui gli ospiti pagano oltremodo una difesa estremamente fallosa, che genera ben 45 tiri liberi per i biancorossi, che comunque hanno il merito di essere cresciuti nel corso del match sui due lati del campo, mostrando anche una condizione fisica migliore e sicuramente incoraggiante in vista del doppio turno di Eurolega contro Efes e Maccabi. Il top scorer per l'Olimpia è Keifer Sykes, che chiude con 18 punti di cui 14 nella ripresa. Bene anche Arturas Gudaitis (15 con 8 rimbalzi) e Luis Scola (15 anche per lui), per Treviso (che ha ben tre giocatori usciti per falli) l'ultimo a mollare è il fischiatissimo Logan (17).

Oltre agli annunciati Rodriguez e Micov, sono Mack e White gli esclusi per turnover (per l’ex NBA l’ultima presenza in campionato risale all’8 dicembre, in assoluto il 19 contro Valencia). Messina parte con Sykes, Roll, Moraschini, Scola e Tarczewski, ed è l’argentino il grande fulcro del gioco biancorosso in avvio, anche se Treviso parte meglio toccando il +8 con le triple di Logan e Alviti. Milano si riprende, con un ottimo impatto dalla panchina di Gudaitis e Nedovic, e al 10’ il punteggio vede gli ospiti avanti 22-19. Il lituano continua a dominare sotto canestro, e contro una buona De’ Longhi l’Olimpia rimette la testa avanti a metà secondo quarto con due liberi di Sykes. La partita resta contratta, nonostante Treviso si carichi di falli mandando Milano spesso in lunetta: l’Olimpia chiude il primo tempo sul 41 pari in un secondo quarto da ben 17 liberi tentati, con Tarczewski grande protagonista.

In avvio di ripresa l'Olimpia si affida nuovamente a Scola, che colpisce due volte dall'arco, ma Treviso è ben salda dentro la partita e risponde ancora con Alviti, Logan e Nikolic dalla distanza, tornando sul +5. I veneti però continuano a concedere tanto raggiungendo il bonus presto, e Milano dalla lunetta si riporta avanti in un terzo periodo frammentato e ancora una volta pieno di tiri liberi. È nel finale di periodo che i biancorossi tentano l'allungo, con il contropiede di Sykes che fissa il +5 al 30'. 4 punti consecutivi di Moraschini issano la squadra di Messina sul +9, massimo vantaggio, in avvio di ultimo periodo, ma Logan tiene in vita Treviso. I falli continuano a piovere sull'Allianz Cloud, con anche due tecnici fischiati alla panchina di Milano e a un nervoso Parks, ma l'Olimpia mette in ghiaccio il match conquistando l'undicesima vittoria stagionale in campionato: il punto esclamativo è di Sykes, che sigla il 29-5 di parziale con cui l'Armani Exchange ribalta inerzia e partita.