Brooklyn, prova di forza; i Clippers rovinano la festa dei Lakers

NBA Opening Night: I Nets dominano i Warriors chiudendo la gara nel primo tempo, i Lakers ricevono gli anelli ma vengono piegati dai cugini
23.12.2020 10:34 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Brooklyn, prova di forza; i Clippers rovinano la festa dei Lakers

BROOKLYN NETS-GOLDEN STATE WARRIORS 125-99
I primi Nets ufficiali targati Kevin Durant Kyrie Irving sono una gioia per gli occhi: le due superstar di Brooklyn partono a mille già nel primo quarto, regalando lampi di classe e giocate degne dei loro migliori livelli, nonostante fossero assenti da gare ufficiali da 18 e 10 mesi. I padroni di casa segnano 40 punti nel primo quarto e non si voltano più indietro, arrivando anche a 38 lunghezze di vantaggio. Il grande ex gioca poco meno di 25 minuti in cui mette a segno 22 punti (10 anche nel terzo quarto), tirando 7/16 dal campo e 7/7 ai liberi con 5 rimbalzi, 3 assist e 3 recuperi; Il miglior realizzatore della partita è però un Kyrie Irving scintillante: per lui 17 punti nel solo primo quarto e 26 alla fine in meno di 26 minuti, segnando 10 dei 16 tiri tentati con 4/7 dalla lunga distanza, tra cui la tripla da 10 metri per chiudere il primo tempo. In casa Warriors, si rivede Steph Curry, che resta in campo per 30 minuti e chiude in doppia doppia con 20 punti e 10 assist pur tirando con brutte percentuali, positivo l'esordio di James Wiseman, da dimenticare le prestazioni di Kelly Oubre ed Andrew Wiggins

LOS ANGELES LAKERS-L.A. CLIPPERS 109-116
Come un anno fa, i Clippers guastano l'esordio dei gialloviola, in modo convincente e con una vittoria di squadra. La cerimonia degli anelli dei Lakers distrae i campioni in carica, che partono malissimo (anche -22 nel primo quarto) e vivono una gara tutta di rincorsa dei rivali cittadini. Nel secondo tempo, la squadra di coach Vogel si riporta sempre vicinissima agli avversari, non riuscendo tuttavia a trovare il colpo del sorpasso, con i Clippers che così si prendono la prima vittoria stagionale. Paul George, alla prima uscita dopo il rinnovo monstre, a parte un passaggio meme per l'arbitro nell'angolo, è protagonista di una gara da 33 punti con 6 rimbalzi, 3 assist e percentuali stellari al tiro: 13/18 dal campo e 5/8 dalla lunga distanza in meno di 36 minuti; Kawhi Leonard ne mette a referto 26 faticando con le percentuali (26 tiri presi, 1/8 da tre punti). LeBron James chiude come miglior realizzatore di squadra (22 punti) anche in una serata in cui si accende di rado nei 28 minuti passati in campo, distribuendo 5 assist e raccogliendo 5 rimbalzi, basso profilo anche per Anthony Davis, che di punti ne segna 18 con 8/15 al tiro ma attaccando poco il ferro (2/2 ai liberi) con 7 rimbalzi: le buone notizie per i campioni in carica arrivano dalla panchina, con i nuovi arrivati che danno segnali positivi.