Chris Paul saluta gli Oklahoma City Thunder: andrà a Phoenix

Il mercato NBA accelera vorticosamente: arriva subito una delle trade più attese e chiacchierate del mercato, tutti i dettagli
16.11.2020 19:17 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Chris Paul saluta gli Oklahoma City Thunder: andrà a Phoenix

Neanche il tempo di preparare i nuovi scenari in casa Lakers e Nets con i colpi di Schroder e Brown che sull'asse Oklahoma City - Phoenix si consuma la prima grande trade dell'offseason NBA 2020. Dopo una sola stagione, Chris Paul lascia i Thunder (insieme ad Abdel Nader), accasandosi ai Suns: percorso inverso per Ricky Rubio, Kelly Oubre, Ty Jerome, Jalen Lecque ed una prima scelta al draft a partire dal 2022 (protetta 1-12, 1-10 nel 2023, 1-8 nel 2024 e senza protezioni nel 2025). 

OKC continua così il suo processo di rinnovamento, arrivando ad incamerare la sedicesima scelta al primo giro nei prossimi sei anni. Oltre a ciò, ottiene due giocatori interessanti come Rubio, utilissimo per doti di regia, leadership ed esperienza, ed Oubre, che a soli 24 anni potrebbe evolversi ancora come potenziale. Insieme a loro, i contratti di Jerome e Lecque, di lieve entità (il secondo non totalmente garantito), utili sia per allungare il roster che per scambi futuri. Sam Presti, quindi, capitalizza al massimo la stagione di rinascita di Paul, accumulando maggiori asset futuri.

Discorso opposto per Phoenix: dopo tantissimi anni di mediocrità, con pochi lampi di competitività (tra cui l'8-0 della bolla), i Suns tornano ad essere competitivi, trovando un vetereano All Star da affiancare a Devin Booker e Deandre Ayton. Sulla carta, la squadra in mano a Monty Williams, che ha ancora diverse cartucce da spararsi sul mercato (la decima scelta nel prossimo draft e diverse eccezioni salariali, a seconda del futuro di Dario Saric ed Aron Baynes), torna finalmente in grado di giocarsi un posto ai playoff che in Arizona manca dall'era di Steve Nash (2010, sconfitta in finale di conference contro i Los Angeles Lakers).