I Lakers imbattuti in trasferta, Brooklyn vince il Derby in attesa di Harden

I risultati della notte NBA
14.01.2021 14:33 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
I Lakers imbattuti in trasferta, Brooklyn vince il Derby in attesa di Harden

OKLAHOMA CITY THUNDER-LOS ANGELES LAKERS 99-128 | Mai nella loro lunghissima storia i Los Angeles Lakers avevano cominciato una stagione vincendo sette partite in trasferta. Certo, questa stagione senza tifosi sugli spalti è diversa da qualsiasi altra, ma rimane comunque una testimonianza di quanto siano concentrati i campioni in carica. “Abbiamo una mentalità da bunker, esistiamo solo noi” ha detto LeBron James dopo il successo sui Thunder in cui non hanno mai rischiato di andare in svantaggio. Nonostante fosse la seconda serata di un back-to-back, i Lakers schierano tutte le loro stelle con LeBron James che guida tutti con 26 punti, 6 rimbalzi e 7 assist, seguito dai 21 di Montrezl Harrell e i 18 di Anthony Davis. Per i gialloviola un ottimo 17/37 di squadra da tre punti (5/8 per James) per la quarta vittoria consecutiva, diventando la prima squadra a toccare quota 10 vittorie in questa stagione

NEW YORK KNICKS-BROOKLYN NETS 109-116 | Lo scambio per James Harden ha messo gli occhi di tutti su Brooklyn, ma nel frattempo anche con soli 9 giocatori a disposizione la squadra di Steve Nash è salita sopra il 50% di vittorie, vincendo il derby contro i New York Knicks. Sono ben sette i giocatori in doppia cifra, scappando via in chiusura di primo tempo con un parziale di 15-2. mpegnato per la prima volta in un back-to-back dopo la rottura del tendine d’Achille, Kevin Durant ha risposto presente con 26 punti e 6 assist tirando 10/18 dal campo, seguito dai 15 a testa di Joe Harris e Bruce Brown (anche 14 rimbalzi per la guardia), i 13 dalla panchina di Landry Shamet e Timothe Luwawu-Cabarrot e gli 11 del rookie Reggie Perry. “Volevamo davvero questa vittoria e tutti hanno giocato per prendersela” ha detto KD, che non ha voluto commentare lo scambio per Harden che non è ancora ufficiale. 

CHARLOTTE HORNETS-DALLAS MAVERICKS 93-104 | Dopo un inizio di stagione balbettante e diverse assenze dovute a infortuni e protocollo salute e sicurezza, forse i Dallas Mavericks possono davvero cominciare a salire di colpi. Il successo su Charlotte, che li aveva battuti in casa qualche settimana fa, arriva dopo un primo quarto dominato per 32-16, festeggiando al meglio il ritorno in campo di un Kristaps Porzingis da 16 punti (6/16 al tiro con 4/9 da tre). Se i Mavericks sono saliti di livello è merito di Luka Doncic, che è tornato a brillare come il candidato MVP che sicuramente è. Per lui ci sono 34 punti in 35 minuti con 13 rimbalzi, 9 assist, 2 recuperi e il suo massimo in carriera da 4 stoppate, tirando 14/25 dal campo e 5/9 dalla lunga distanza pur andando solo due volte in lunetta. A seguirlo ci sono i 18 punti di Tim Hardaway Jr. per la quarta vittoria in fila dei texani

DETROIT PISTONS-MILWAUKEE BUCKS 101-110 | Tutto facile per i Bucks, che chiudono il primo quarto avanti 27-13 grazie a 7 triple a segno e non si voltano più indietro, vincendo per la terza volta contro Detroit nel mese di gennaio. A un certo punto i Bucks avevano più canestri da tre punti (11) che canestri segnati da Detroit (9), e pur rientrando a -11 all’intervallo la squadra di Dwane Casey non è mai stata una minaccia, nonostante i 22 punti di Jerami Grant e i 18 di Svi Mykhailiuk. Giannis Antetokounmpo ha approfittato della scarsa resistenza degli avversari per realizzare la 20esima tripla doppia della sua carriera con 22 punti, 10 rimbalzi e 10 assist, sostenuto dai 21 di Jrue Holiday e capitalizzando su un’altra eccellente serata al tiro con 19/43 dalla lunga distanza di squadra. Il due volte MVP in carica ha anche detto la sua sullo scambio per Harden: “Non ero sui social perciò non ho visto niente, ma è una grande mossa per Brooklyn. Sono migliorati moltissimo”.

MINNESOTA TIMBERWOLVES-MEMPHIS GRIZZLIES 107-118 | Vittoria in rimonta per i Memphis Grizzlies, che ribaltano la partita di Minneapolis con un ultimo quarto da 38-17 per vincere la terza gara in fila. Merito della doppia doppia da 24+16 di Jonas Valanciunas, del massimo stagionale da 20 punti di Grayson Allen e dei 19 di Brandon Clarke, con una panchina che ha battuto quella dei padroni di casa per 50-21. 

L.A. CLIPPERS-NEW ORLEANS PELICANS 111-106 | Quarto ko in fila per i Pelicans, che pagano un secondo quarto in cui perdono 33-15 e non riescono più a rimettere la testa avanti, pur arrivando a -4 nell’ultimo quarto. Kawhi Leonard (28 punti) e Paul George (27) segnano i successivi 16 punti, regalando ai Clippers l’ottava vittoria stagionale. 

SACRAMENTO KINGS-PORTLAND TRAIL BLAZERS 126-132 | Quarto successo in fila per i Blazers, che scappano via in un ultimo quarto da 32-21 al termine di una gara molto combattuta in cui erano finiti sotto anche di 20 lunghezze nel secondo quarto. Ai Kings, sconfitti dai Blazers già cinque giorni fa, non sono bastati i 29 punti di De’Aaron Fox e i 26 di Buddy Hield davanti alle 23 triple di squadra degli avversari, record di franchigia pareggiato