Il futuro delle panchine: Indiana e New Orleans trovano i loro nuovi coach

I Pacers hanno assunto Nate Bjorkgren per riempire il seggio di Nate McMillan, mentre i Pelicans hanno scelto Stan Van Gundy per rimpiazzare Alvin Gentry
22.10.2020 10:24 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Il futuro delle panchine: Indiana e New Orleans trovano i loro nuovi coach

Continuano a riempirsi le panchine della NBA: negli ultimi giorni sono arrivate le notizie di due nuovi incarichi, con gli Indiana Pacers ed i New Orleans Pelicans che hanno posto fine alla loro ricerca. 

I Pacers hanno sorpreso, scegliendo un nome che non era apparso in nessun rumor finora. La dirigenza guidata da Kevin Pritchard ha deciso di affidare l’incarico a un esordiente come capo-allenatore: Nate Bjorkgren. Inizialmente si era parlato di Mike D'Antoni, ma anche di Chauncey Billups e Dave Joerger, almeno fino al momento in cui la notizia è stata riportata da Shams Charania di The Athletic. Bjorkgren è un diretto "discepolo" di Nick Nurse, con il quale ha condiviso gli ultimi due anni sulla panchina dei Toronto Raptors come assistente, ma hanno anche lavorato insieme dal 2007 al 2011, quando il giovane Bjorkgren (classe 1975) in uscita dall’Arizona, stato di cui è nativo, è stato chiamato da Nurse a fargli da assistente agli Iowa Energy in D-League, vincendo anche il titolo nel 2011. 

Scelta a sorpresa anche per i Pelicans: secondo ESPN, sulla panchina di New Orleans siederà Stan Van Gundy. Per il fratello maggiore di Jeff (chiacchierato per prendersi una delle ultime panchine libere rimaste, quella degli Houston Rockets), quasi 12 stagioni di esperienza da capo allenatore, un record vincente in regular season (523-384, una percentuale di successi del 57.7%), un bilancio positivo anche ai playoff (48 vittorie su 91 gare allenate) e una presenza in finale NBA, alla guida degli Orlando Magic nel 2009. Per Van Gundy ci sarà l'obiettivo di sgrezzare un gruppo pieno di talento ma apparso con poca organizzazione.