La NBA pensa ad alternative al primo turno: 20 squadre in lizza?

Finire la stagione o playoff diretti? Adam Silver potrebbe sperimentare una via di mezzo per la ripresa del campionato, con degli innovativi gironi
27.05.2020 18:00 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
La NBA pensa ad alternative al primo turno: 20 squadre in lizza?

La NBA sta ancora cercando l'equilibrio necessario per tornare in campo, e con la giusta formula. Finire la stagione presenta diverse problematiche, a livello logistico, temporale, e sopratutto competitivo, con tantissime squadre che erano "in vacanza" ben prima dello scoppio dell'epidemia. Una situazione riassunta dalle parole di Damian Lillard, che ha dichiarato di non aver intenzione di tornare a giocare senza playoff, viste le scarse possibilità di rimonta dei Blazers. Scarse, ma non impossibili: per questo non è così scontato ricominciare immediatamente con i playoff, viste le chances di qualificazioni ancora aperte (sebbene risicate) per diverse squadre. 

Per questo, la NBA sta studiando una possibile soluzione compromesso, dando inoltre modo a Adam Silver di approfittare della particolare situazione per sperimentare le sue idee di modifica del format della competizione. Nasce così la possibilità di un torneo a 20 squadre, che rimpiazzerebbe il primo turno dei playoff. Le 16 squadre attualmente ai playoff più le quattro col miglior record verrebbero divise in 5 fasce, creando quattro gruppi da 5 squadre ciascuno.

Tier 1: Bucks, Lakers, Raptors, Clippers
Tier 2: Celtics, Nuggets, Jazz, Heat
Tier 3: Thunder, Rockets, Pacers, Sixers
Tier 4: Mavericks, Grizzlies, Nets, Magic
Tier 5: Blazers, Pelicans, Kings, Spurs

Ogni squadra giocherebbe due partite contro ogni altra, e le migliori due classificate di ogni girone (Otto in tutto) accederebbero ai playoff veri e propri. La NBA ha considerato l'eventualità di far scegliere i propri gironi alle "capoliste", mentre le squadre della Eastern Conference si sono dichiarate contrarie a questa idea.