Riley Curry porta via la scena a Steph, ma c'è chi non è d'accordo

Riley, figlia di Steph, ruba il proscenio al papà durante la conferenza stampa.
20.05.2015 19:00 di Simone Mazzola Twitter:    vedi letture
Riley Curry porta via la scena a Steph, ma c'è chi non è d'accordo
© foto di twitter

La prima gara della finale tra Warriors e Rockets è andata in archivio con una prova gagliarda dei Rockets che nonostante abbiano perso per strada Howard a causa di un infortunio, sono riusciti a lottare fino in fondo con un Harden stellare.
Basketissimo era presente sul posto con il nostro Sergio e ha potuto cogliere tutte le sfumature di una partita e una serie che tende a rendere l'aria rarefatta ed è esclusiva solo dei top teams. Ovviamente per condurre i top teams ci sono i Top Players e sicuramente l'MVP della stagione Steph Curry è l'emblema di quest'annata NBA che sta arrivando nel suo momento caldo.

La rimonta di 16 punti compiuta durante il secondo periodo, mette i Warriors in una situazione di vantaggio se anche in una partita difficile iniziata con un pò di ruggine sono riusciti a portare a casa il match. Shaun Lvingston ha segnato 14 dei suoi 18 nel 21-4 che ha chiuso il primo tempo e riportato i suoi in gara.
Curry ne ha messi 34 con sei triple ed è stato la chiave della vittoria assieme a Draymond Green. Oltre alle sue prove balistiche ha fatto parlare di sè anche per aver portato sua figlia Riley alla conferenza stampa. La piccola ha totalmente monopolizzato la scena prendendo in giro il papà e obbligandolo alle dichiarazioni più complicate di carriera. Dopo essersi divincolata dal padre si è nascosta sotto il tavolo e inventato qualsiasi cosa per attirare l'attenzione facendo dire a Steph che se a due anni è così, chissà tra un pò...
C'è anche chi apprezza relativamente questa moda di portare i figli alle conferenze, infatti Brian Windhorst ha preso una posizione piuttosto scomoda, ma non priva di legittimità. Ha pensato che abolire la presenza dei figli scorrazzanti alle conferenze stampa aiuterebbe il lavoro dei giornalisti nel formulare le domande e capirne le risposte. Infatti Steph si è dovuto fermare un paio di volte proprio per questo motivo.
Ovviamente è l'ultimo dei problemi in questo momento, perchè lo spettacolo in campo arriva prima di tutto, ma su twitter l'idea di Whindorst è stata abbastanza sposata dai colleghi, come testimonia Ramona Shelbourne di ESPN.