Si allunga la lista degli assenti ad Orlando: Ariza e Bertans

Defezioni in casa Trail Blazers e Wizards: per motivi diversi, non potranno contare sui due tiratori. Ecco perché non ci saranno
23.06.2020 17:22 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Si allunga la lista degli assenti ad Orlando: Ariza e Bertans

Non solo infortunati: ci sono casi di giocatori che a più da un mese dall'inizio del torneo NBA in quel di Orlando, hanno già deciso di finire la stagione, e non per problemi strettamente fisici. 

Davis Bertans, di comune accordo con i Wizards (che, viste le assenze di Wall, i limiti a roster, e le cinque partite di distanza da Orlando, difficilmente dureranno a lungo a Disneyland), ha deciso di recuperare dai vari problemi fisici. In realtà, l'ex Spurs si preserva per la free agency: dopo un anno in cui si è affermato come uno dei migliori tiratori della lega da tre punti, sono tante le squadre su di lui. I capitolini stessi hanno deciso di accontentarlo per cercare di aumentare le chances di rifirmarlo. 

Discorso completamente diverso per Trevor Ariza. Il veterano arrivato in febbraio da Sacramento non scenderà in campo con i suoi compagni, perdendo così da un minimo di un milione di dollari fino a 1.8 (nel caso i Blazers si qualifichino per i playoff) per una decisione di natura familiare: Ariza è coinvolto in un caso giudiziario sulla custodia del proprio figlio 12enne e la madre del ragazzo — su ordine dello stesso tribunale — deve concedere un periodo di un mese durante i quale il padre può continuativamente visitare il figlio, e quel periodo è finito per coincidere con il ritorno in campo NBA. Un duro colpo per i Blazers, che già non vedevano l'ora di tornare in campo con il veterano insieme a Nurkic e Collins, che con Lillard e McCollum avrebbero potuto rendere Portland una outsider credibile.