Tocca a Milano aprire la Coppa Italia. Rodriguez: "Fiducia nel lavoro"

L'Olimpia aprirà domani pomeriggio la kermesse affrontando Reggio Emilia. Torna il play spagnolo, atteso al debutto Wojciechowski.
10.02.2021 19:00 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Tocca a Milano aprire la Coppa Italia. Rodriguez: "Fiducia nel lavoro"

Tocca all’Olimpia inaugurare la Coppa Italia 2021, giovedì 11 febbraio alle 18.00 (diretta su Rai Sport, Eurosport 1 ed Eurosport Player), contro Reggio Emilia. L’Olimpia arriva alle Final Eight con l’etichetta di testa di serie numero 1 del tabellone, in virtù di una sola sconfitta nel girone di andata a fronte di 13 vittorie. Nell’ultimo week-end ha riposato perché era in programma originariamente la partita di Roma, poi cancellata. La novità è il tesseramento di Jakub Wojciechowski, che nel novero degli italiani a referto sostituirà l’indisponibile Jeff Brooks. L’Olimpia è nella parte di tabellone che comprende Virtus Bologna (quarta alla fine del girone di andata) e Reyer Venezia (quinta) che è anche la detentrice del trofeo. Venerdì gli ultimi due accoppiamenti metteranno di fronte Brindisi e Trieste; Sassari e Pesaro.

SERGIO RODRIGUEZ – “La stavamo aspettando da tanto tempo, sappiamo quanto sia importante per il club. Ho giocato la Coppa tante volte in Spagna e quando la vinci la soddisfazione è enorme. La competizione è dura, lo sappiamo, si tratta di vincere tre partite competitive in un arco di tempo brevissimo, quindi devi mantenere la concentrazione, resettare dopo ogni gara e andare avanti. Ogni gara è una finale, al momento conta solo la prima partita, perchè Reggio Emilia ha talento. Lo scorso anno non abbiamo fatto bene, quindi questa è un’opportunità per rifarci. Noi dalla nostra abbiamo una grande fiducia nel lavoro che stiamo svolgendo”.

KYLE HINES – “Dobbiamo continuare a giocare anche questa settimana come abbiamo sempre fatto, perché è quello che ci ha portato in cima alla classifica. Per la mia esperienza, in questo genere di competizioni, è importante giocare una partita alla volta, senza guardare avanti o al futuro. Questa deve essere la nostra mentalità. In carriera sono stato fortunato, perché ho vinto tanto, ma una Final Eight non l’ho mai giocata, quindi per me è importante farlo bene”.

KEVIN PUNTER – “Mi piacciono queste competizioni in cui ogni giorno il livello e la tensione salgono di tono. Mi sento pronto. Giochiamo in casa, siamo a nostro agio, ma in Supercoppa eravamo fuori casa e abbiamo vinto lo stesso, non credo sia importante dove si gioca ma come”.

ZACH LEDAY – “La mia stagione finora è stata buona, ma il merito è dei miei compagni più esperti che mi hanno permesso di essere nella posizione ideale per fare bene e portare in campo la mia energia con un solo obiettivo, che è quello di vincere. E’ così anche in questa Coppa Italia”.

GLI ARBITRI – Roberto Begnis, Mark Bartoli e Fabrizio Paglialunga.

REGGIO EMILIA – Nelle due gare precedenti vinte contro Reggio Emilia non era ancora presente Petteri Koponen, neo acquisto, da anni in EuroLeague (Khimki, Barcellona, Bayern), dove è il più preciso bomber della competizione tra i primi 50 di sempre per triple segnate. Il playmaker della squadra Brandon Taylor è stato tra i grandi protagonisti del girone di andata sia per quantità (16.9 punti di media, 5.0 assist) che per qualità visto che da tre ha il 44.7% su 6.1 tentativi di media. L’esterno Josh Bostic è l’altro grande tiratore della squadra, 6.6 tiri da tre di media con il 36.6% che gli vale 13.6 punti per gara. Un altro tiratore è il polacco Tomas Kyzlink, 10.6 di media. Il reparto conta molto su Leo Candi, 8.1 punti e 2.6 rimbalzi di media. Tra i lunghi, figurano con Dominique Sutton, Filippo Baldi Rossi (7.5 punti di media) e l’intimidatore Frank Elegar, 10.1 punti, 7.9 rimbalzi, 1.1 stoppate e il 63.2% dal campo, uno dei centri più efficaci della competizione. Infine, Mouhamet Diouf, 3.1 punti e 3.2 rimbalzi in 15.1 minuti di impiego medio.

I PRECEDENTI VS. REGGIO EMILIA– Sono 62 i precedenti tra le due squadre, con 45 vittorie dell’Olimpia e 17 di Reggio Emilia. A Milano il record è 26-4 per Milano, a Reggio Emilia è 17-11 sempre in favore dell’Olimpia, incluse le partite di questa stagione. Reggio Emilia ha vinto in campo neutro la Supercoppa 2015 a Torino 80-68, mentre l’Olimpia ha vinto la semifinale di Coppa Italia 2017 a Rimini 87-84 con 22 punti di Rakim Sanders (in tutto 4 gare in campo neutro con bilancio di 2-2). Un’altra semifinale di Coppa Italia si giocò nel 1991 a Bologna, con vittoria dell’Olimpia. Nella finale scudetto del 2016, l’Olimpia oltre a vincere 4-2 ha violato Reggio Emilia conquistando il suo titolo in gara 6 (Rakim Sanders fu nominato MVP della finale).

QUEST’ANNO CONTRO REGGIO EMILIA – L’Olimpia ha vinto la partita di andata, giocata a Bologna, 87-71, con 17 di Zach LeDay e 14 di Shavon Shields; e quella di ritorno a Milano 102-73 con 18 punti di Sergio Rodriguez e 15 di Gigi Datome.

LA REGGIO EMILIA CONNECTION – Andrea Cinciarini ha giocato tre anni a Reggio Emilia durante i quali la squadra ha vinto l’Eurochallenge 2014 (Cinciarini fu MVP delle Final Four di Bologna) e raggiunto la finale scudetto del 2015 persa in gara 7 contro Sassari. Cinciarini ha segnato 12.5 punti di media nel 2012/13, top in carriera, come lo sono i 6.4 assist della stagione 2014/15. L’altro ex, di Reggio Emilia, è Frank Elegar, centro che arrivò a Milano nel corso della stagione 2014/15 per giocare 17 partite con 5.4 punti e 3.2 rimbalzi di media. Filippo Baldi Rossi e Petteri Koponen sono stati compagni di squadra di Riccardo Moraschini alla Virtus Bologna.