Fortitudo ok in volata nell’anticipo: Caja ko alla prima con Reggio

La squadra di Dalmonte si impone in volata 71-68 e torna alla vittoria.
19.03.2021 22:45 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Fortitudo ok in volata nell’anticipo: Caja ko alla prima con Reggio

Vittoria chiave quella della Fortitudo Lavoropiù Bologna (nella foto Aradori) che all’Unipol Arena riesce a battere bel finale la UNAHOTELS Reggio Emilia. Due punti importantissimi per la squadra di Dalmonte che abbandona così l’ultimo posto della classifica di Serie A UnipolSai.

La Fortitudo inizia con Fantinelli, Banks, Saunders, Withers e Hunt, Reggio Emilia risponde con Taylor, Lemar, Kyzlink, Baldi Rossi e Elegar. Inizia la partita e canestro per Banks a cui risponde subito Elegar da sotto canestro, nuovo vantaggio Fortitudo con il primo canestro anche per Fantinelli. Bomba dall’angolo per Banks ma ancora il numero 15 mette a segno il quarto punto della sua partita; Hunt schiaccia il +5 per la formazione bolognese e ancora la grande schiacciata di Withers per il primo parziale fortitudino. Arrivano anche i primi due di Saunders ma dall’altra parte risponde Baldi Rossi; Banks con il punto numero 7 della sua serata e Sims, grande ex della partita, non sbaglia dalla lunetta. Ancora il centro reggiano per il -5 e poi parziale aperto per la squadra di Caja di 6-0. Canestro dall’angolo anche per Cusin e il primo quarto finisce con la Lavoropiù al comando con 5 lunghezze di vantaggio.

Secondo quarto con il gioco da quattro punti di Banks che realizza l’aggiuntivo e poi si iscrive al match anche Koponen. Ancora l’ex Virtus che ne mette a bersaglio altri due e poi la UNAHOTELS è a -3 grazie al prezioso lavoro di Elegar; ora è solo un punto a dividere le due squadre grazie alla prima realizzazione per Taylor. Primo sorpasso per i biancorossi con un altro cesto del suo playmaker ma Fantinelli ristabilisce subito la parità a quota 25; Aradori trova la via del canestro a cui risponde immediatamente Lemar. Banks non sbaglia a cronometro fermo, Withers con il medesimo risultato per il +4 in favore della squadra felsinea; canestro di Sims prima e Hunt poi. Sims con un bel appoggio a canestro ma poi nell’azione dopo concede troppo spazio ad Hunt che lo punisce: all’intervallo il punteggio è di 35-31 in favore della Fortitudo Lavoropiù Bologna.

Si torna in campo con la penetrazione vincente di Banks e Hunt andando in doppia cifra riporta a 8 lunghezze di vantaggio la sua squadra. Arrivano i primi due punti nel match per Kyzlink e sempre il numero 77 reggiano riesce a segnare ancora per il -4. Ora Reggio Emilia ci crede e concretizza con Sims, Taylor porta avanti i suoi con una importante tripla dall’arco per il 9-0 di parziale aperto. Hunt lo spezza immediatamente con una conclusione dal pitturato ma in contropiede c’è l’inchiodata al ferro da parte di Kyzlink, molto attivo nel terzo quarto; Taylor sigla il +3 in favore dei reggiani. Arriva anche il cesto dalla lunga distanza per Diouf ma Aradori risponde con la stessa moneta in una fase chiave del match; Sims continua a frustare la retina con il suo punto numero 16 e ancora Aradori con il quarto punto consecutivo. Lemar non sbaglia dai 6,75 e dopo la mezzora la UNAHOTELS comanda con 3 lunghezze di vantaggio.

Ultimi dieci minuti di partita con il pareggio a quota 52 con la bomba di Banks e poi Fantinelli con il canestro del sorpasso Fortitudo. Elegar non è d’accordo e segna e poi Baldi Rossi trova il quarto punto della sua personale serata; ventesimo punto di Banks e poi la Effe torna in vantaggio di una lunghezza a 5 minuti dalla fine dell’incontro. Hunt segue a rimbalzo e trova la via del ferro realizzando anche il libero supplementare, punto numero 18 per Sims per il -2 Reggio Emilia e Taylor ristabilisce la parità a cronometro fermo. Arrivano i punti dalla lunetta per Hunt che ne ha già messi 18 a referto e Banks aumenta il gap con un 1/2 sempre dalla lunetta; Baldi Rossi segna punendo la difesa per il -1 ma arriva una grande giocata da parte di Hunt che trova il gioco da tre punti importantissimo. Sims ne appoggia due ma Baldasso archivia il match con la vittoria della Fortitudo, seppur con qualche brivido finale dopo la tripla annullata di Koponen sulla sirena, per 71-68.