Sardara: “Sassari vuole ripartire e lo fa con Dinamicard 3D”

In conferenza stampa, il presidente della Dinamo traccia le linee guida per la prossima stagione, con un'interessante idea per il futuro.
22.05.2020 14:00 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa Dinamo Sassari
Sardara: “Sassari vuole ripartire e lo fa con Dinamicard 3D”

Il presidente Stefano Sardara ha tenuto una conferenza stampa tratteggiando la ripartenza nella stagione 2020-2021, prospettando un progetto a più ampio respiro. Il numero uno biancoblu ha risposto alle domande dei giornalisti della stampa nazionale della carta stampata, televisioni, agenzie e testate on line.

“La prima notizia la vedete nei fatti, siamo tornati a casa nostra -ha esordito il presidente in diretta dalla Club House di via Nenni- proviamo a ripartire con le attenzioni del caso, dobbiamo essere bravi a farlo in maniera seria e sana”.
E dal restart si è partiti per parlare di futuro e di programmazione ad ampio respiro: “Noi dobbiamo e vogliamo ripartire: vogliamo farlo con i fatti, la pandemia non è finita ma dobbiamo imparare a conviverci e lavorare perché i contagi non si moltiplichino. Ci tengo di cuore a ringraziare i tifosi perché praticamente nessuno ha richiesto il rimborso degli abbonamenti, ringrazio tutti perché hanno capito il momento, si sono stretti intorno alla società in un momento delicato. Questo ci riempie d’orgoglio e ci fa capire che non siamo soli”. La società è già al lavoro in ottica futura: “Abbiamo provato a ragionare sulla ripartenza, consapevoli delle difficoltà di questo momento, e per questa ragione abbiamo pensato alla realizzazione di una nuova card abbonamento: si tratta della Dinamicard 3D che è un’opzione in prospettiva triennale all’abbonamento normale e al biglietto singolo”.
Dinamicard 3D, una card che vale una tripla. “Dinamicard 3D è un progetto tridimensionale che coinvolge la Dinamo, i tifosi e il main sponsor Banco di Sardegna. Grazie alla sinergia con il main sponsor biancoblu nasce una sola card per un abbonamento triennale che permetterà al tifoso di avere uno sconto ulteriore del 10% rispetto all’abbonamento annuale. Con la sottoscrizione della nuovissima card l’abbonato beneficia di tanti vantaggi, chi si abbonerà avrà la possibilità di recesso al termine di ogni anno, la possibilità di cambiare posto -secondo disponibilità- e la possibilità di un upgrade dell’abbonamento sottoscritto integrando la differenza. Inoltre, grazie al coinvolgimento attivo del nostro main sponsor, sarà possibile dilazionare il pagamento in 36 mesi. L’addebito mensile degli importi avverrà con il sistema garantito dall’efficienza e trasparenza del Banco di Sardegna, in questa maniera si avrà la garanzia anticipata di pagare solo gli eventi realmente goduti grazie a una speciale formula pay-per-view studiata appositamente a tutela dei sottoscrittori. Ogni partita non disputata sarà automaticamente rimborsata e gli abbonati avranno la possibilità di rinunciare al termine di ogni anno”. Il primo passo come sempre saranno le prelazioni: a breve sul sito ufficiale dinamobasket.com sarà disponibile il modulo per le prelazioni degli abbonati che potranno esercitare il diritto sui propri posti.

Spazio dunque alle domande dei media:

Qual è la situazione sul fronte PalaSerradimigni?
“La fine del campionato ha consentito al Comune di Sassari di anticipare l’inizio dei lavori che partiranno la prossima settimana, nel giro di 2-3 anni avremo una nuova casa più ampia e moderna, una nuova pietra per la crescita del club”.

Quali sono le idee societarie per la ripartenza?
“Vi abbiamo raccontato del nostro progetto con abbonamento triennale, io sono fiducioso sulla riapertura del palazzetto, la Supercoppa è un grande test per tutti noi, non lasceremo niente al caso, la voglia è quella di ripartire a porte aperte, il pubblico è imprescindibile”. 

Avete già un calendario del precampionato?
“Il ritiro partirà ad inizio agosto al Geovillage, i tornei precampionato purtroppo non si terranno perché saremo impegnati con la Supercoppa”.

State lavorando per confermare alcuni giocatori?
“Della costruzione della squadra come sempre se ne occupano il general manager e il coach, sono loro che decidono le priorità ma posso dire che è volontà comune partire con le riconferme”.