Tre spareggi per inseguire un sogno: ora dei verdetti nei quarti di Eurocup

Ben tre sfide vanno a Gara 3, tutte in programma mercoledì
12.03.2019 11:46 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Tre spareggi per inseguire un sogno: ora dei verdetti nei quarti di Eurocup

L’Eurocup si conferma fucina di sorprese, e ben tre serie domani si chiuderanno con una decisiva Gara 3, visto che solo Valencia è riuscita a chiudere i conti in Gara 2 contro il Rytas Vilnius (limitato a soli 17 punti nella ripresa, contro i 38 della squadra iberica). Andiamo quindi a vedere la situazione serie per serie.

Unics Kazan - Lokomotiv Kuban (mercoledì, ore 17:00)
Dopo due partite molto diverse tra loro è difficile fare previsioni. In gara 2 il Kuban è riuscito a migliorare notevolmente la qualità della sua difesa (59 punti concessi, solo 39 nei primi tre quarti e 20 nel primo tempo), chiudendo al meglio i “non-McCollum” (togliendo l’esterno americano, Kazan ha tirato 10/38 da 2 e 3/12 da 3), pur subendo a rimbalzo d’attacco (15 contro 4). e affidandosi a un immenso Kulagin, 26 punti dopo i 17 di gara 1. La sensazione è che domani si assisterà a un’altra partita a scacchi, dove la chiave saranno i nuovi aggiustamenti proposti dalla squadra di Priftis. 

ALBA Berlino - Unicaja Malaga (mercoledì, ore 19:00)
L’unica serie dove il fattore campo è già saltato due volte: alla vittoria in volata di Malaga in gara 1 Berlino ha risposto alla grande, dominando in Andalusia in gara 2 dal secondo quarto in poi, coronando il successo negli ultimi 10’. In Gara 2 i tedeschi hanno trovato i canestri di Giedraitis, e soprattutto sono riusciti a limitare al meglio quel Lessort che aveva deciso il primo episodio della serie, oltre a una Malaga che non ha trovato continuità nel tiro da fuori (tolto Salin, l’Unicaja ha tirato 5/24 dall’arco). Riuscirà l’Alba a far valere il fattore campo?

ASVEL Villeurbanne - Morabanc Andorra (mercoledì, ore 20:30)
Con un gran terzo quarto (27-14 di parziale) l’Andorra di Michele Vitali (più in ombra al tiro in gara 2, anche se più coinvolto come minutaggio) si è portata a 40’ dalla prima storica semifinale di Eurocup della sua storia, anche se domani sera in Francia servirà un’impresa. L’ASVEL, infatti, ha perso una sola volta in casa in questa stagione europea (nella prima fase contro il Partizan), mentre gli andorrani hanno un record in trasferta di 3-6 (hanno vinto a Brescia, Zagabria e San Pietroburgo). In Gara 2 gli iberici hanno disinnescato la forza a rimbalzo dei francesi (39-22 con ben 16 rimbalzi d’attacco catturati) e trovato maggiore continuità al tiro, soprattutto da fuori: per i francesi sarà fondamentale trovare un maggiore contributo da Kahudi e Lighty, decisivi in gara 1 e limitati dai falli in gara 2.