Il Barça espugna Mosca, il Maccabi allo scadere, ok Efes, Bayern e...

I risultati delle gare di Eurolega: i blaugrana vittoriosi in russa, Wilbekin brucia l'Olympiacos, vittoriosi Efes, Bayern Monaco e Baskonia
27.02.2020 23:00 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Il Barça espugna Mosca, il Maccabi allo scadere, ok Efes, Bayern e...

CSKA Mosca - Barcellona 80-82
Il Big match di giornata va ai blaugrana, che vincono nel finale al cardiopalma in Russia grazie al solito Mirotic. 23 punti, tra cui il canestro della vittoria, a quattro decimi dalla fine, per l'ex Bulls, dopo la tripla del pareggio a 5 secondi dalla fine di Mike James, seconda bomba su sei tentativi in una serata poco brillante per l'ex Milano. L'altro ex OlimpiaDaniel Hackett, chiude con 17 punti, migliore dei suoi. Settima vittoria consecutiva per i catalani.

Zenit San Pietroburgo - Bayern Monaco 68-77
Si rialza il Bayern, che torna alla vittoria dopo quattro KO consecutivi, nello "spareggio" all'ultimo posto, dove rimane solitario lo Zenit con 7 vittorie. Per i bavaresi sugli scudi, finalmente, Greg Monroe, autore con 26 punti, 8 rimbalzi e 5 assist di una delle sue migliori gare in Europa. 

Alba Berlino - Anadolu Efes 86-99
Continua a fare la storia l'Efes, con la dodicesiva vittoria consecutiva in trasferta in questa regular season di Eurolega. Sempre senza Larkin, la differenza la fanno MicicPleiss, Moermann, Beaubois, autori del 60% dei punti dei vicecampioni in carica turchi. Ai tedeschi non bastano i 17 di Giedraitis dalla panchina per provare il colpaccio. 

Maccabi Tel Aviv - Olympiacos Pireo 71-70
Altro finale thrilling, con il Maccabi che piega i biancorossi solo all'ultimo respiro, con la tripla di Wilbekin a 10 secondi dalla fine che non riceve risposta da parte dei greci. Il Tel Aviv si guadagna così il quarto posto solitario in classifica, forte dei 21 punti del suo numero 1; per l'Olympiacos la differenza la fa la confusione in attacco, in una partita che li vede tirare benissimo ma perdere troppi palloni. 

Baskonia - Stella Rossa 71-56 
Tutto facile per i baschi, che dopo aver faticato nel primo quarto gestiscono per 30 minuti, allungando nel finale e facendo un favore all'Olimpia ed a se stessa,  rilanciandosi nella lizza per dei playoff che sembravano una utopia fino a poco tempo fa. Bastano i 18 di Shengelia ed i 15 di Shields, mentre Polonara non trova punti in 10 minuti di utilizzo.