Khimki a valanga sull'Asvel, Fenerbahce aggancia Valencia

I russi dominano i francesi con una super prova di Shved, la squadra di Obradovic aggancia la zona playoff sul campo degli spagnoli.
28.02.2020 23:40 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Khimki a valanga sull'Asvel, Fenerbahce aggancia Valencia

Khimki Mosca - Asvel Villeurbanne 108-79

Tutto facile per il Khimki, che continua il suo ottimo momento di forma travolgendo un Asvel sempre più in crisi (nona sconfitta nelle ultime dieci partite) con una strepitosa prova offensiva (35 punti nel primo quarto, 65 all'intervallo). Gli ospiti tengono botta solo nei primi dieci minuti, poi non c'è mai realmente partita. Ottimo Alexey Shved, 24 punti con 13 assist e una sola palla persa (4/7 da tre), sono altri cinque i giocatori gialloblu in doppia cifra (Jerebko 18, Booker 17). Nell'Asvel il top scorer è Payne con 14 punti.

Valencia Basket - Fenerbahce Istanbul 86-93

Continua la rincorsa del Fenerbahce, che riscatta i due ko consecutivi con una vittoria che vale oro: oltre ad agganciare nuovamente il treno playoff, infatti, la squadra di Obradovic ribalta il confronto diretto contro gli spagnoli. Dopo 30' abbastanza in equilibrio, la svolta arriva in apertura di ultimo quarto: i turchi stringono le maglie in difesa costruendo passo dopo passo un vantaggio sempre più rassicurante (+15). Valencia prova a rifarsi sotto, ma non andando mai oltre il -5. Super Derrick Williams, con 22 punti e 4/6 da tre, bene anche Gigi Datome con 13 punti come Sloukas; al Valencia non bastano i 22 punti con cinque triple di Marinkovic.

Real Madrid - Panathinaikos 96-78 (giocata lunedì)

Non conosce fine il momento difficile del Panathinaikos, che cade anche a Madrid nell'inedito Monday Night dovuto per impegni logistici (il Wizink Center della capitale spagnola è occupato da uno spettacolo Disney) e rischia ora di farsi imbrigliare nella lotta playoff con un calendario che si presenta come decisamente complicato. A Madrid non c'è quasi mai partita, con i blancos avanti anche di 14 nel primo tempo: il -3 di inizio ripresa è solo illusorio, con i padroni di casa che toccano anche il +21. Sette in doppia cifra per il Real con le doppie-doppie di Tavares (15+10) e Campazzo (14 e 10 assist); nel Panathinaikos ci sono i 13 punti di Calathes.