Azzurri verso la Cina: tra il post-Atene e i ritorni di Gallo e Datome

Lasciata la capitale Grecia, l’Italbasket è in viaggio per la Cina: tra buone e cattive sensazioni dopo il torneo dell’Acropolis.
19.08.2019 19:23 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Azzurri verso la Cina: tra il post-Atene e i ritorni di Gallo e Datome

È attualmente in volo verso la Cina l’Italbasket, che dovrebbe arrivare a Pechino nella notte italiana prima di trasferirsi a Shenyang, dove disputerà il torneo AusTiger contro Serbia, venerdì, Francia e Nuova Zelanda (domenica e lunedì): dopo il match contro i Tall Blacks il CT Sacchetti renderà noti i 12 del roster definitivo che prenderà parte alla FIBA World Cup; è plausibile che gli unici ruoli in dubbio siano tra gli esterni, con ballottaggio tra Luca Vitali e Ariel Filloy, con il primo favorito, e tra i lunghi, dove con tutta probabilità due tra Brian Sacchetti, Amedeo Tessitori e Giampaolo Ricci saranno nel roster finale.

Il torneo dell’Acropolis ad Atene ha lasciato qualche scoria di troppo nella compagine azzurra, che ha reagito ieri contro la Turchia al -52 complessivo contro Grecia e Serbia perdendo la vittoria nell’ultimo quarto (sulla falsariga dell’amichevole di Verona contro la Russia), ma ci sono comunque buone notizie: oltre a capitan Gigi Datome, anche Danilo Gallinari dovrebbe debuttare nell’estate azzurra nel torneo di Shenyang, il primo che quindi la squadra di Sacchetti affronterà al completo. Una buona notizia per un gruppo azzurro che di buone notizie ha grande bisogno: “Ci dispiace per il risultato. Per larghi tratti della partita abbiamo giocato un buon basket ma ancora una volta nel finale ci è mancata la lucidità“ le parole di Sacchetti ieri dopo il ko contro i turchi. “Domani (oggi per chi legge, ndr) andiamo in Cina per lavorare ancora e inserire pian piano i giocatori che finora ci sono mancati. Prendiamo le cose migliori di questa partita e continuiamo per la nostra strada”.