Italia, la Cina ora è davvero vicina: ko la Lituania, -1 per il Mondiale

Gli azzurri vincono contro la loro bestia nera e fanno un passo forse decisivo sulla strada per il ritorno al Mondiale.
29.11.2018 22:04 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 612 volte
Italia, la Cina ora è davvero vicina: ko la Lituania, -1 per il Mondiale

Un successo domenica a Danzica. O anche una sconfitta, a patto di mantenere la differenza canestri nello scontro diretto e di una contemporanea battuta d’arresto dell’Ungheria in casa contro l’Olanda. Sono le due combinazioni che qualificherebbero l’Italia di Meo Sacchetti al Mondiale già questo weekend, come risultato della bella vittoria di stasera (70-65) sulla Lituania, sin qui imbattuta sulla strada che porta a Cina 2019.

Una partita di alti e bassi, per entrambe le squadre, dove però l’Italia ha mostrato grande carattere nei momenti decisivi: prima con un break nel secondo quarto, che ha portato gli azzurri al riposo avanti di 7 punti, ma soprattutto in avvio di ultimo quarto, tenendo la Lituania (che non battevamo da 12 anni) a secco per oltre 5’ e piazzando la zampata decisiva per la vittoria.

Solo due giocatori in doppia cifra per la squadra di Sacchetti (Abass 13 e Polonara 11) ma a referto vanno tutti: a dimostrazione di una grandissima vittoria di squadra. Bene anche Luca Vitali, 7 punti e 8 assist, mentre il PalaLeonessa porta bene anche a Brian Sacchetti, che segna la tripla decisiva. Anche per la Lituania due in doppia cifra: Kalnietis (15 e 6 assist) e Maciulis (10 e 10 rimbalzi).

Inizio sui binari dell’equilibrio, con gli azzurri sospinti da un Polonara ispirato in avvio mentre la Lituania si affida alle invenzioni in attacco di Mantas Kalnietis. Dopo 10’ i lituani sono avanti di 4, con un ottimo 10/13 dal campo (4/4 da 3). Lituani che provano lo strappo in avvio di secondo quarto, ma l’Italia ricuce e piazza un parziale di 10-0 che capovolge la partita, interamente ispirato dal duo bresciano Vitali-Abass: è la scintilla che porta gli azzurri al riposo avanti di 7.

La Lituania però approccia bene il secondo tempo, e con un parziale di 12-4 si riporta avanti, disinnescando l’attacco azzurro, che però pareggia in chiusura di terzo quarto con Filloy. La difesa azzurra però si riscatta in avvio di ultimo quarto, tenendo gli avversari senza segnare per i primi 5’, tornando avanti di 7. Kalnietis sblocca i suoi, riportando la Lituania a -2 a 3’ dal termine. Sul capovolgimento di fronte, però, Polonara segna una tripla fondamentale, rimettendo due possessi di distanza tra le due squadre. Echodas dalla lunetta firma il -3, ma Sacchetti firma la tripla che fa impazzire il PalaLeonessa con 32” sul cronometro: è quella decisiva, perché i lituani perdono palla nel loro possesso offensivo, e il successivo giro di tiri liberi premia l’Italia.

Italia: Aradori 8, Gentile 6, Biligha 6, L Vitali 7, Filloy 4, Ricci 3, Abass 13, Tonut 2, M Vitali 3, Burns 4, Polonara 11, B Sacchetti 3. CT: R Sacchetti
Lituania: Kalnietis 15, Juskevicius 2, Maciulis 10, Seibutis 9, Geben 3, Echodas 4, Girdziunas 3, Masiulis, Bendzius 5, Giedraitis 6, Zelionis 4, Butkevicius 2. CT: Adomaitis
Parziali quarti: 20-24, 22-11, 11-18, 17-12

TUTTE LE INTERVISTE POST PARTITA SULLA PAGINA FACEBOOK DI BASKETISSIMO

GRUPPO J
Croazia - Ungheria 74-69
Olanda - Polonia 78-105
Italia - Lituania 70-65
Classifica: Lituania 8-1, Italia 7-2, Polonia 5-4, Croazia 4-5, Ungheria 4-5, Olanda 3-6