Tra Brescia e Danzica, le diverse strade per la Cina dell’Italbasket

Le diverse combinazioni a disposizione della nazionale di Sacchetti.
27.11.2018 17:05 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 184 volte
Tra Brescia e Danzica, le diverse strade per la Cina dell’Italbasket

Potrebbe essere il weekend decisivo, e di certo il destino è tutto nelle “nostre” mani. Non è semplice tracciare le ipotesi di qualificazione della nazionale di Sacchetti, ma dando un’occhio alle sfide incrociate salta all’occhio un punto importante: potrebbe bastare “solo” la vittoria a Danzica domenica contro la Polonia. Battendo la nazionale polacca, infatti, l’Italia si assicurerebbe almeno due vittorie di vantaggio, a due giornate dalla fine, su Polonia, Olanda e Croazia, e gli azzurri sono già sicuri del vantaggio negli scontri diretti contro orange e croati (e anche di un arrivo davanti in caso di parità a 3). Il condizionale è però d'obbligo, poiché vi sarebbe la possibilità di un arrivo a tre tra Italia, Ungheria e una tra Olanda e Croazia: in quel caso si andrebbe a valutare la classifica avulsa tra le tre squadre, e pur partendo da una situazione di vantaggio gli azzurri potrebbero perdere terreno in caso di brutta sconfitta con i magiari a febbraio.

In nessun caso, invece, arriverebbe la matematica qualificazione in caso di vittoria sulla Lituania giovedì sera a Brescia: pur nello scenario di una vittoria dell’Italia affiancato dai successi di Olanda e Croazia, un panorama che porterebbe l’Italia con tre vittorie di vantaggio su tutte e quattro le inseguitrici a tre giornate dal termine, andrebbero tenuti in considerazione i tanti scontri diretti ancora da giocare, e l’Italia non avrebbe al sicuro i matchup con Polonia e Ungheria (e basterebbe un sorpasso di queste due, che possono fare 3-0 nelle ultime tre, per rimanere fuori dal mondiale).

In caso di vittoria contro Maciulis e compagni, però, l’Italia si qualificherebbe anche con una sconfitta di 18 o meno punti di scarto in Polonia: perché si verifichi questa condizione, però, l’Ungheria deve perdere entrambe le sue partite, poiché con una vittoria su due dei magiari vi sarebbe ancora la possibilità di sorpasso di questi ultimi, prossimi avversari a febbraio.

Quello che è certo è un altro risultato: con due vittorie tra giovedì e domenica, l’Italia sarebbe matematicamente qualificata al Mondiale 2019. Sarebbero infatti almeno tre, con qualunque combinazione di risultati nelle altre quattro partite di questa finestra di qualificazione, le vittorie di vantaggio sul 4° posto, a due giornate da termine. Il modo migliore per chiudere questo 2018 azzurro, e pensare già alla kermesse iridata della prossima estate.