Affollamento nell'infermeria Celtics, ma sospiro di sollievo per Irving

Per Boston continua a piovere sul bagnato, con l'infortunio di Marcus Smart ad allungare la lista; scampato pericolo per Irving
13.03.2018 18:50 di Paolo Terrasi Twitter:   articolo letto 107 volte
Affollamento nell'infermeria Celtics, ma sospiro di sollievo per Irving

Il bollettino medico dei bianco-verdi di Boston si allunga con un'altra vittima: Marcus Smart, nella sconfitta contro Indiana, si è procurato un infortunio al tendine del pollice. 
L'esterno dei Celtics era riuscito a concludere la partita, ed il suo status attuale è incerto, anche se lui stesso sminuisce la gravità dell'infortunio, sentendolo come una leggera distorsione. 

Smart, per quanto di lieve entità, è solo l'ultimo della lista. Jaylen Brown è ancora fuori indeterminatamente in quanto ancora dentro al concussion protocol, ossia una lista di attività e riposi precauzionali per chi ha sofferto commozioni cerebrali. Il Rookie Daniel Theis, invece, è fuori per il resto della stagione, per la rottura del menisco sinistro sofferta nella stessa partita. Lungodegente anche Gordon Hayward, che nonostante i video del suo recupero o le voci di alcuni reporter (messe a tacere da Brad Stevens), non tornerà prima della stagione prossima. Shane Larkin lamenta problemi al ginocchio, ed è sotto restrizioni di minutaggio.

Condizioni da monitorare per la stella Kyrie Irving, ma con un sospiro di sollievo: il dolore del suo ginocchio sembra essere una semplice tendinite, con Irving che verrà valutato giorno dopo giorno. Tuttavia, considerando la classifica dei Celtics (Toronto in forma e difficilmente raggiungibile, secondo posto in cassaforte), i tempi potrebbero dilatarsi.