Anthony Davis ed i Pelicans, cronache da separati in casa

Terminato il mercato, il 23 è tornato in campo, in un clima surreale
09.02.2019 19:15 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Anthony Davis ed i Pelicans, cronache da separati in casa

Poco più di una settimana dopo la richiesta di scambio che ha scosso la NBA, Anthony Davis è rimasto un giocatore dei New Orleans Pelicans, e tale rimarrà almeno fino a Luglio. 

Nonostante lo status di separato in casa, Davis è tornato a giocare per New Orleans, contro l'interesse di tutti: il talento di Davis rimane sconfinato, tanto da aver realizzato 32 punti ed aver contribuito al successo dei Pels contro Minnesota, ma un suo infortunio potrebbe comprometterne il valore di mercato; allo stesso modo, New Orleans ha meno interesse possibile a vincere altre partite, essendo fuori dal discorso playoff ed ancora proprietari della propria scelta. 

La "decisione" è stata infatti forzata dalla NBA, che ha minacciato multe di addirittura centomila dollari per OGNI partita che Davis (recuperato dall'infortunio e, come lui stesso ha dichiarato, voglioso di giocare) viene tenuto in panchina. Il compromesso è arrivato con limitazioni ai minuti (soltanto 24 contro i Timberwolves) ed all'impiego (niente partite consecutive per lui). La volontà di Davis di giocare, espressa a mercato ancora aperto, cercava di forzare i Pelicans ad uno scambio che non è avvenuto. 

Ora il clima rimane surreale, con un giocatore fenomenale che continua a giocare e far vincere partite ad una squadra non interessata a farlo e che sa che lo perderà tra sei mesi. Ed i tifosi come hanno reagito? Inizialmente il pubblico della Louisiana ha comprensibilmente fischiato il numero 23, salvo poi applaudirlo grazie alle sue giocate, fondamentali per la vittoria. Fino a quando verrà scambiato, almeno...