Basketissimo 30x30: Cleveland, la fine del tunnel è ancora lontana

Archiviato il mercato, analizziamo, squadra per squadra, come si presenta la NBA per la prossima stagione, e come potrebbero giocare le trenta squadre
04.08.2019 15:55 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Basketissimo 30x30: Cleveland, la fine del tunnel è ancora lontana

Cleveland Cavaliers - Under/Over di vittorie secondo Las Vegas: 24​​​​​

Nel mondo NBA, andare dalle stelle alle stalle non è così inusuale. L’esempio più lampante sono proprio i Cleveland Cavaliers: dopo 4 anni consecutivi in finale NBA, è bastato l’addio di Lebron James per far sprofondare la franchigia nei bassifondi della lega. La brutta notizia? Non si vede la fine. 

I Cavs sono uno dei progetti “perdenti” della lega con minori aspetti positivi per ripartire. Manca la flessibilità salariale che avevano (inutilmente) accumulato i Knicks, mancano i papabili All Star come Devin Booker, e Karl Anthony Towns, ed  a libro paga sono ancora presenti i contratti ingombranti di giocatori di livello come Tristan Thompson e Kevin Love. Quando Cleveland saluterà anche gli ultimi reduci del 2016, come già fatto con JR Smith, comincerà la reale ricostruzione, per ora a livelli rudimentali. Ma c’è qualche buona notizia in Ohio?

Si e No. Colin Sexton, dopo i dubbi iniziali, ha chiuso in crescendo la sua stagione da Rookie, e potrebbe essere un solido protagonista per il futuro. Darius Garland è una scelta solida allo scorso draft, dal grande potenziale. Tuttavia, l’alchimia tra i due è tutta da costruire sul campo. Servirà ancora del tempo per rivedere dei giorni positivi in quel della Quicken Loans Arena.