Booker show, Durant ancora espulso, nessuno ferma i Celtics

Le partite della notte NBA.
 di Simone Mazzola Twitter:   articolo letto 164 volte
Booker show, Durant ancora espulso, nessuno ferma i Celtics

Non sembra esserci forza competente al momento nella Eastern Conference per arginare i Boston Celtics. In casa, contro Giannis che ne mette ancora 40 schiacciando su chiunque gli capiti a tiro, trovano 20 punti di Horford, la precisione chirurgica di Tatum dalla lunga distanza e il solito Kyrie che la chiude nel quarto periodo con i canestri importanti. Era un duro test per i Bucks e sebbene Giannis abbia dimostrato di esserci è arrivato corto contro l’organizzazione degli avversari.
Ormai siamo preparati dall’inizio della stagione e sappiamo che ci sarà una partita dove Devin Booker va in the zone e non esiste forza competente per fermarlo.
A subirne nel conseguenze questa volta sono i Philadelphia 76ers che si vedono recapitare 46 punti con 8 rimbalzi e 19 dei quali nell’ultimo periodo di gioco in ogni singola maniera possibile: al ferro, in pull up e persino da tre punti un metro dietro la linea. E’ per questo motivo che i Suns espugnano Philadelphia con insospettabile autorità e grazie alla prestazione di Book.



Si ferma a quota 11 la striscia negativa dei Memphis Grizzlies, perchè nella notte arriva la vittoria contro i Minnesota Timberwolves che non riescono a togliersi di dosso gli alti e bassi che ne hanno caratterizzato la storia recente. Butler continua il suo buon momento mettendone 30, ma sbagliando la difficile tripla del pareggio nel finale, mentre i Grizzlies giocano di squadra e colpiscono i punti deboli di una difesa ancora da registrare.
Partita ricca di avvenimenti invece a New Orleans, dove i Warriors recuperano un altro ventello di scarto nel terzo quarto: rimontano, sorpassano e vincono battendo i Pelicans. Nel primo quarto in un minuto di gioco volano già due tecnici a Green e Durant, nel finale lo stesso Durant cerca per il campo Cosuins, inscenando una lunga sessione di trash talking che porta entrambi ad essere espulsi, con Kevin Durant ormai un habitué assieme al maestro DMC che però questa volta viene chiaramente provocato.
Attimi di apprensione nel finale per la caviglia di Steph Curry che si gira su un allungo difensivo, ma la lastra non ha rilevato danni strutturali, quindi non dovrebbe essere nulla di grave.


Risultati:

Magic@Hornets 94-104
Knicks@Pacers 97-115
Suns@Sixers 115-101
Nets@Hawks 110-90
Bucks@Celtics 100-111
Cavaliers@Bulls 113-91
Timberwolves@Grizzlies 92-95
Warriors@Pelicans 125-115
Nuggets@Mavericks 105-122
Pistons@Spurs 93-96
Wizards@Jazz 69-116