L'Olimpia vola a Barcellona, Messina: "Umiltà e concentrazione"

Milano visita i blaugrana a caccia di una vittoria esterna che manca da otto partite in Europa. Torna a disposizione Jeff Brooks.
06.02.2020 17:52 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
L'Olimpia vola a Barcellona, Messina: "Umiltà e concentrazione"

L’Olimpia completa il doppio turno di EuroLeague al Palau Blaugrana di Barcellona (ore 21.00, venerdì 7 febbraio) contro un avversario terribile, una delle grandi favorite della competizione. Il Barcellona – che comanda la graduatoria in Spagna – non è solo reduce da un mercato imponente, ma ha anche recuperato da dieci giorni il francese Thomas Heurtel, playmaker di grande mano e creatività nel passaggio (è quinto di sempre negli assist dietro Sergio Rodriguez), che aveva cominciato la stagione in “injured list”.

L’OLIMPIA – Dopo la sconfitta con l’Alba, l’Olimpia si è allenata a Milano per due giorni ed è partita alla volta di Barcellona giovedì dopo l’allenamento. Sono rimasti a casa ad allenarsi gli infortunati Andrea Cinciarini, Paul Biligha e Riccardo Moraschini, ma con il gruppo è riapparso Jeff Brooks, che ha saltato le ultime cinque partite. L’ultima vittoria dell’Olimpia a Barcellona risale a due stagioni fa, canestro decisivo dalla media di Dairis Bertans.

COACH ETTORE MESSINA – “Giochiamo in trasferta contro una delle squadre più forti, se non la più forte candidata al titolo finale, quindi dobbiamo giocare la partita con umiltà e concentrazione, sapendo che controllo del ritmo e dei rimbalzi saranno fondamentali, contro una formazione che fonda parte del suo gioco sulla grande aggressività a rimbalzo offensivo, per poterci giocare la gara fino in fondo”.

GLI ARBITRI – Ilija Belosevic (Serbia), Mehdi Difallah (Francia), Gytis Vilius (Lituania)

LA PARTITA DI ANDATA – È stata una delle grandi notti vissute dall’Olimpia in questa stagione europea. Dopo una battaglia durata tre quarti, Milano è scattata con un parziale di 31-12 cha ha completamente ribaltato la partita. Sergio Rodriguez ha segnato 17 punti di cui nove negli ultimi 150 secondi. Vlado Micov ne ha segnati 16 con otto rimbalzi. 14 e nove rimbalzi per Luis Scola. Il Barcellona aveva avuto nove punti di vantaggio nel secondo quarto e ne aveva sette all’intervallo, sei all’inizio del quarto periodo.

L’AVVERSARIO – Il Barcellona è reduce da quattro vittorie consecutive ed è secondo in classifica alla pari con il Real Madrid, dietro l’Efes. In casa ha perso due volte, con il CSKA Mosca e proprio contro l’Efes. Nikola Mirotic, rientrato in Europa dopo sei anni di NBA, è il primo realizzatore di squadra (18.8), il primo rimbalzista (7.0), il più preciso dalla linea e ha la valutazione migliore, da candidato MVP della competizione. Il secondo scorer è la guardia Cory Higgins, lo scorso anno MVP delle Final Four con il CSKA, ma nelle ultime due gare non ha giocato per problemi fisici. Invece è rientrato, brillantissimo, il francese Thomas Heurtel che divide il ruolo di playmaker con Malcolm Delaney. Il Barcellona ha il 39.0% da tre di squadra, guidata da Victor Claver (48.1%), la guardia Kyle Kuric (46.8%) e Alex Abrines (45.1%), tornato al Barcellona dopo tre stagioni di NBA a Oklahoma City. In realtà, il roster del Barcellona è di qualità, profondità e non denuncia scompensi. L’ungherese Adam Hanga per qualche mese ha giocato principalmente playmaker, ed è uno dei migliori difensori d’Europa oltre a tirare oltre il 61% da due. Brandon Davies, prelevato da Kaunas, è stato primo quintetto di EuroLeague l’anno passato. Ante Tomic è uno dei centri storici della competizione, nono realizzatore di tutti i tempi, quarto rimbalzista e primo di sempre per canestri da due punti realizzati. Pau Ribas e Pierre Oriola sono campioni del mondo in carica.

I PRECEDENTI VS. FC BARCELLONA – Nei 19 precedenti, il Barcellona comanda 10-9, 7-6 nell’era EuroLeague. Nel 2014 l’Olimpia si impose con un clamoroso 91-63 ispirato dai 24 punti di Alessandro Gentile, record carriera in EuroLeague per lui, e inflisse al Barcellona la peggiore sconfitta europea dal 2007 interrompendo una striscia di 24 vittorie consecutive nelle Top 16. Due anni fa l’Olimpia vinse ambedue le partite, la prima in casa 78-74 con 19 punti di Jordan Theodore e la seconda in trasferta 83-81 con canestro decisivo di Dairis Bertans. Andrew Goudelock segnò 20 punti, Arturas Gudaitis 16 con 7/7 dal campo. La passata stagione invece il Barcellona si prese la rivincita vincendo entrambe le gare, 90-80 al Palau Blaugrana e 90-85 a Milano (20 punti di Vlado Micov). Ma quest’anno, l’Olimpia con un clamoroso quarto quarto da 31-12 ha battuto il Barcellona 93-80 con 17 punti e sette assist di Rodriguez, 16 punti e otto rimbalzi di Micov, 14 punti di Luis Scola.

LA BARCELLONA CONNECTION – Nella storia dei due club giocatori importanti come Aleksandar Djordjevic, Gregor Fucka, Dejan Bodiroga, Gianluca Basile, Samardo Samuels e Rakim Sanders hanno giocato per ambedue le formazioni. Vlado Micov ha giocato con Pau Ribas a Vitoria; quest’ultimo è stato anche compagno di squadra di Nemanja Nedovic a Valencia e infine Nedovic è stato allenato da Svetislav Pesic alla Stella Rossa. Cory Higgins ha vinto l’EuroLeague con Sergio Rodriguez al CSKA Mosca: insieme hanno giocato per due stagioni. Infine, Nikola Mirotic e Ante Tomic hanno giocato con Sergio Rodriguez al Real Madrid. Nella stagione 2010/11 tutti e tre sono stati allenati da Ettore Messina.

MICOV A QUOTA 300 TRIPLE – Micov è il 18° di sempre per triple a segno in EuroLeague. Dopo le quattro triple della partita con l’Alba ha valicato il muro delle 300 bombe a segno in carriera. E’ arrivato a quota 301. A tre triple di distanza, con 304, c’è un altro ex Olimpia, Antonis Fotsis.

MICOV NUMERO 1 E GUDA NUMERO 4 – Vlado Micov è diventato il primo realizzatore di sempre del club in EuroLeague, ha superato i 900 in carriera in maglia Olimpia ed è a meno 21 dai 1.000.

RODRIGUEZ VERSO LA TOP 10 – Sergio Rodriguez ha segnato 2720 punti nella sua carriera di EuroLeague e si trova adesso a 19 punti di distanza dai 2739 di Marcus Brown e dal 10° posto assoluto.

KALEB 500 E 400 – Con la partita di Istanbul, Kaleb Tarczewski ha superato quota 500 punti e 400 rimbalzi in carriera. Sono record carriera i 19 punti segnati contro il Fenerbahce e il 27 di valutazione. Sono record carriera eguagliato le quattro stoppate, secondo prova di sempre per un giocatore dell’Olimpia. Tarczewski è primo di sempre per rimbalzi catturati in EuroLeague in maglia Olimpia con 414. Precede Arturas Gudaitis. Vlado Micov è salito al quarto posto con 235. Tarczewski è quinto assoluto nelle stoppate, decimo nei rimbalzi totali.

I RIMBALZI DI GUDA – Arturas Gudaitis è a meno tre rimbalzi dai 500 in carriera e a meno un rimbalzo dai 400 in maglia Olimpia, ma ad Istanbul ha raggiunto quota 200 rimbalzi offensivi in carriera.