La carica di Brooks verso Pesaro: “Ogni possesso sarà importante”

L’azzurro parla a Basketissimo del primo atto del doppio impegno con Cremona e del suo stato di forma: “Sto cercando di tornare in ritmo”.
11.02.2020 08:50 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
La carica di Brooks verso Pesaro: “Ogni possesso sarà importante”

Tra i protagonisti del primo dei due atti consecutivi tra Olimpia Milano e Vanoli Cremona c’è senza dubbio stato Jeff Brooks. Al secondo impegno consecutivo in 48 ore, dopo settimane di stop per infortunio, l’azzurro ha fornito un’altra prova di grande sostanza sui due lati del campo, soprattutto in difesa e a rimbalzo, portando il suo mattoncino per la vittoria della squadra di Messina.

Dobbiamo fare un lavoro migliore nel controllare la partita, e oggi [domenica per chi legge, ndr] l’abbiamo fatto nel secondo tempo, nonostante il loro parziale nel terzo quarto”, dice Brooks a Basketissimo. “Cremona gioca a ritmi molto alti, è una squadra atletica e con grande leadership in point-guard tra Diener e Ruzzier, dobbiamo continuare a costruire su una partita come questa. Penso che abbiano fatto un po’ troppi punti in transizione, ma nel quarto periodo abbiamo fatto quanto necessario per vincere la partita”.

La partita di domenica è stata un po’ particolare, visto l’impegno ravvicinato che attende le due squadre giovedì pomeriggio in Coppa Italia a Pesaro, dove la Vanoli si presenta da campione in carica: “Entrambe le squadre volevano vincere, ma è come se ci sia stato una specie di “studio” per la partita di giovedì”, continua Brooks. “Sarà una partita con una grande posta in palio, si gioca per un trofeo e ogni possesso sarà importante. È stata una bella partita da parte di entrambe le squadre, sono contento che abbiamo vinto, la partita ha creato le premesse per una grande battaglia giovedì”.

L’azzurro poi conclude l’intervista parlando del suo stato di forma, dopo le tre settimane di stop che hanno indubbiamente pesato nell’economia di alcune prestazioni biancorosse: “Mi sento bene, sto cercando di tornare in ritmo, di giocare il basket di Jeff Brooks. Giocare duro, dare l’esempio in difesa e a rimbalzo. È bellissimo essere tornati in campo, stare seduti per tre settimane è difficile, penso che anche i miei compagni siano felici di riavermi in campo”.