Olimpia aspetta la Stella Rossa, Messina: "Teniamo alto il ritmo"

Milano ospita i serbi per tornare alla vittoria in Eurolega dopo due sconfitte consecutive, pur con le assenze di Gudaitis e Micov.
04.12.2019 15:02 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Olimpia aspetta la Stella Rossa, Messina: "Teniamo alto il ritmo"

Prima di due trasferte consecutive in EuroLeague,l’Olimpia riceve la Stella Rossa (giovedì 5 dicembre alle 20.45 al Mediolanum Forum: clicca qui per i biglietti), squadra di chiara matrice difensiva che subisce 76.1 punti di media, terza nella competizione, e seconda nella difesa sul tiro da tre (32.3%) grazie alla presenza di rinomati specialisti come Charles Jenkins e Branko Lazic oltre che alla fisicità dei suoi lunghi.

L’OLIMPIA – Milano cercherà di spezzare una striscia di due sconfitte consecutive, ma dovrà farlo ancora senza Arturas Gudaitis e naturalmente senza Vlado Micov, il secondo realizzatore di squadra a 12.0 di media, bloccato da un infortunio al piede destro. Micov aveva già dovuto saltare la partita di Monaco. E’ il secondo realizzatore di squadra con 12.0 di media e una delle ragioni per cui Milano entra in questa partita prima nel tiro da tre punti con il 42.9%. Luis Scola è ad un rimbalzo offensivo dai 300 in carriera e ad un canestro da due punti al settimo posto di sempre di Nikola Vujcic.

COACH ETTORE MESSINA – “La Stella Rossa ha da poco cambiato allenatore affidandosi ad uno dei tecnici più carismatici del basket europeo, Dragan Sakota. Sicuramente, giocherà una partita disciplinata e intensa sul piano fisico. La difesa sul pick and roll e il gioco interno dei loro pivot dovranno essere motivo di grande attenzione, oltre alla necessità di tenere il ritmo alto mantenendo la nostra fluidità in attacco”.

L’AVVERSARIO – La Stella Rossa è 4-7, ma ha vinto le ultime due partite con cinque punti totali di scarto, prima a Kaunas di due, tenendo lo Zalgiris a 59 punti, poi Valencia di tre, in casa, con tripla allo scadere di Lorenzo Brown. Il playmaker Lorenzo Brown e il tiratore Billy Baron stanno segnando in doppia cifra, come stava facendo l’espertissimo greco, Stratos Perperoglou che tuttavia sarà assente per infortunio. Alla Stella Rossa non mancano i veterani, tra cui James Gist, Derrick Brown e naturalmente Charles Jenkins. Tra i giocatori locali, Branko Lazic è sempre partito in quintetto. La squadra era allenata inizialmente da Milan Tomic, ma adesso il coach è l’esperto Dragan Sakota.

GLI ARBITRI – Robert Lottermoser (Germania), Sergio Silvia (Portogallo) e Marcin Kowalski (Polonia)

I PRECEDENTI VS. STELLA ROSSA – Nel 1972 il Simmenthal sconfisse proprio la Stella Rossa nella finale di Coppa delle Coppe 74-70 (23 punti di Arthur Kenney, virtuale MVP della competizione), disputatasi a Salonicco. Le due squadre si erano affrontate anche nel gironcino dei quarti con due gare a senso unico per la squadra di casa. In realtà, la partita di Belgrado fu macchiata dalla maxirissa che esplose dopo un primo tempo equilibrato (38-36 per i serbi). Le due squadre si incontrarono anche nella Coppa dei Campioni del 1973, altre due vittorie del Simmenthal. Nel 1984/85 l’Olimpia eliminò la Stella Rossa nella semifinale di Coppa Korac imponendosi anche a Belgrado, 100-99, per poi vincere la coppa contro Varese in finale. Due incontri e due vittorie anche nella Korac 1988/89. In EuroLeague, la Stella Rossa ha vinto gli ultimi quattro confronti nelle stagioni 2016/17 e 2017/18. 8-5 quindi il bilancio All-time a favore di Milano.

LA STELLA ROSSA CONNECTION – Vlado Micov ha giocato nelle giovanili della Stella Rossa, ma mai in prima squadra. Nemanja Nedovic invece dopo le giovanili ha debuttato anche in Eurocup con la Stella Rossa, lasciandola nel 2012 per andare a giocare a Vilnius. Charles Jenkins ha giocato un anno a Milano vincendo Coppa Italia e scudetto nella stagione 2015/16. Il coach della Stella Rossa, Dragan Sakota, ha allenato anche in Italia, alla Fortitudo Bologna per due stagioni incomplete nel 2007/08 e 2008/09. James Gist ha giocato in Italia a Biella.

VARIE –  Sergio Rodriguez è settimo di sempre per numero di triple messe a segno in carriera. Rodriguez dei primi sette in classifica è colui con la percentuale di realizzazione migliore, unico oltre il 40% (Rodriguez ha segnato almeno una tripla in 17 delle ultime 18 gare giocate). EL Chacho è andato in doppia cifra in 12 delle ultime 13 gare di EuroLeague, è terzo assoluto negli assist con 5.7 di media, alle spalle di Nick Calathes e Vasilje Micic. Con 15.1, è nono nei punti per gara, con il 94.1% è secondo nei tiri liberi dietro Jimmer Fredette (stessa percentuale, ma su un minor numero di tentativi)… Luis Scola è a 19 recuperi dai 200 in carriera in EuroLeague e a 25 rimbalzi dai 900. Gli 875 rimbalzi lo collocano al 26° posto di sempre. Con 849 canestri da due punti, Scola è ottavo di sempre in EuroLeague, a un canestro dal settimo posto di Nikola Vujcic…