Olimpia, sul mercato solo ipotesi. Ma in Europa la situazione è simile

Si rincorrono i rumors e le voci attorno al mercato dei biancorossi, con le ufficialità che latitano. Ma in Eurolega, tranne poche eccezioni, è così per quasi tutti.
05.07.2019 12:23 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
Olimpia, sul mercato solo ipotesi. Ma in Europa la situazione è simile

Luglio, Agosto, il tifoso sogna sotto l’ombrellone” è una frase che si legge spesso accostata ai tifosi calcistici e al calciomercato, ma lo stesso concetto si può applicare anche agli appassionati di basket e i tifosi dell’Olimpia Milano in questo senso non fanno eccezione. L’arrivo di Messina e Stavropoulos ha fatto sognare i tifosi, ma sui social l’assenza di ufficialità fa sorgere qualche dubbio e accenno di insofferenza.

Le vie del mercato sono però infinite, e quando si guarda al resto delle compagini di Eurolega si scorge uno scenario che non è troppo dissimile da quello biancorosso, finora segnalatosi solo per conferme (Della Valle) e rinnovi (Micov e capitan Cinciarini). All’iperattività del Barcellona, che si candida a favorita indiscussa della prossima stagione, fanno da contraltare i ritmi lenti delle quattro squadre dell’ultima final four: il CSKA ha visto più partenze (soprattutto Higgins e De Colo) che arrivi (il duo Baskonia Hilliard-Voigtmann) e lo stesso si può dire per l’Efes di Ataman, che sinora ha accolto solamente la guardia turca Geçim. Nessun nuovo arrivo ufficiale, finora, nemmeno per Real Madrid e Fenerbahce finora, più concentrate sui rinnovi, anche se sono varie le trattative date in dirittura d’arrivo per entrambe (Mickey per gli spagnoli, De Colo per i turchi).

D’altronde, per Milano, anche la scorsa estate fu lenta e laboriosa sotto questo punto di vista: agli annunci ufficiali di Della Valle e Nedovic, arrivati a ridosso della finale vinta con Trento, fece da contraltare la trattativa per Mike James, trascinatasi fino a metà luglio. Nella girandola quotidiana dei nomi, la nuova ipotesi è quella che conduce a Omri Casspi: ala d’esperienza e talento, protagonista di 10 stagioni NBA con un contributo tangibile anche nei Golden State Warriors campioni 2017-18. 7.9 punti di media a partita in quasi 600 match NBA, uno di quei giocatori che potrebbero fare il percorso inverso a quello fatto da tanti giocatori di Eurolega in questo inizio d’estate. L’ipotesi riportata oggi dalla Gazzetta dello Sport, che sottolinea come il giocatore stia aspettando opportunità NBA e potrebbe comunque preferire, in caso di rientro in Europa, il ritorno al “suo” vecchio Maccabi Tel Aviv (altra squadra d’Eurolega piuttosto immobile attualmente sul mercato), è destinata alla realizzazione? Lo scopriremo nei prossimi giorni.