Troppa Sassari per la ‘mini’ Olimpia, arriva il primo ko per l’Armani

Non basta un James a quota 29, note interessanti da parte del giovanissimo Shashkov
15.09.2018 22:18 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 2503 volte
Troppa Sassari per la ‘mini’ Olimpia, arriva il primo ko per l’Armani

Otto assenze su tredici giocatori sono troppe, anche per una squadra lunghissima come l’Olimpia Milano. Se poi, dall’altra parte, c’è una squadra in forma e quasi al completo (out solo Smith e Pierre), è naturale che il risultato (94-76) premi il Banco di Sardegna Sassari, sempre avanti per i 40 minuti, anche oltre i 20 punti di scarto. Non basta un Mike James nei pressi del 'trentello' e qualche sprazzo di Fontecchio, con tanti rimbalzi in attacco concessi e brutte percentuali dall’arco. Una nota la merita il giovanissimo russo Alexander Shashkov, ultimo aggregato biancorosso: ha fatto vedere delle cose interessanti, con un’ottima mano anche da fuori e buoni movimenti. 

I padroni di casa recuperano anche Bamforth, all’esordio stagionale con i sardi, mentre Pianigiani manda in quintetto tutti i giocatori del ‘vero’ roster, con l’unica esclusione di Maras per Fontecchio. L’avvio è equilibrato, con tanti falli fischiati, anche se si nota subito un’AX ovviamente diversa dalle precedenti uscite: il tiro da 3 non entra, l’ex Pana è meno incisivo, ma soprattutto è la difesa ad andare in difficoltà. E, quando devono entrare gli aggregati, la Dinamo scappa, con il buon gioco vicino a canestro di Cooley e Magro e con un Gentile caldo da fuori (27-17 al 10’). 

Un paio di brani di pressing difensivo valgono un riavvicinamento, grazie anche a qualche tripla di Fontecchio e del giovane Shashkov, ma Milano non riesce a dare continuità, soprattutto nel reparto arretrato. Il Banco di Sardegna ha anche discrete percentuali da fuori e resta sempre in controllo della partita, per poi dare la botta definitiva in avvio di ripresa, salendo a +22 (64-42 al 26’) con Thomas e Petteway, mentre Pianigiani (giustamente) si arrabbia per un atteggiamento non ideale in avvio di ripresa. James ed il baby russo accorciano un po’ le distanze, fino al -10, ma la sostanza non cambia. Domani alle 16 la finale del terzo posto contro il Fenerbahce, anch’esso ampiamente rimaneggiato e battuto dal Limoges nel pomeriggio. Un primissimo antipasto europeo per i tricolori.

B.Sardegna Sassari-AX Armani Exchange Olimpia Milano 94-76

SASSARI: Spissu 11, Marzaioli, Bamforth 11, Petteway 16, Devecchi, Magro 6, Gentile 14, Thomas 11, Polonara 10, Diop, Cooley 15. Coach: Esposito.

MILANO: James 29 (5/9, 5/9, 5 rim, 4 ass), Waller 4 (1/2, 0/2), Bertans 8 (2/2, 0/3), Shashkov 10 (1/3, 2/2), Fontecchio 10 (1/3, 2/6), Babilodze (0/1, 0/1), Micov 4 (2/4, 0/3), tarczewski 8 (4/6, 9 rim), Maras (0/1), Ortner 5 /1/3)