Tuttosport, Della Valle: "A Milano ora va tutto bene"

La rassegna stampa di Giovedì 8 Agosto: intervista sul quotidiano torinese alla guardia dell'Olimpia Milano, che analizza la passata stagione ed il futuro
08.08.2019 11:55 di Paolo Terrasi Twitter:    Vedi letture
Tuttosport, Della Valle: "A Milano ora va tutto bene"

Lunga intervista ad Amedeo Della Valle su Tuttosport, ad opera di Piero Guerrini, di cui riportiamo alcuni estratti. "Sono tranquillo, in Nazionale sento di avere la fiducia dell'allenatore e ho ritrovato confidenza dopo un'annata complicata, andata male per le aspettative mie e di Milano. Io non ho mai compreso bene il mio ruolo, anche perché è cambiato nel corso della stagione. All'inizio avevo un po' di spazio, poi non ho più giocato e mi sono accasciato sulla sedia. Sono rimasto perché avevo bisogno di una persona che mi dicesse le cose per come stavano in realtà, per lavorare sui miei limiti, anziché di promesse poi non mantenute. Ho deciso dopo aver parlato con Ettore, che è stato chiarissimo nell'analisi e nelle richieste. E io mi butto nel progetto al 100%. Sono certo che sarà come dice. Mi sembra sulla carta che avremo una Serie A competitiva, per quanto con un grande dislivello tra le prime quattro - Milano, Virtus Bologna, Venezia, Sassari - e le altre. Milano punta in alto? Mi sembra doveroso dopo la scorsa stagione, finita male. Personalmente voglio vincere qualcosa con Milano, qualcosa di ben più importante della Supercoppa nella scorsa stagione. Obiettivo mondiale? Concentriamoci a passare il primo turno, del resto non sappiamo ancora chi ci sarà tra noi, poi proveremo ad avanzale il più possibile, divertendoci. Io punto a salire sull'aereo e ad entrare nei dodici. Non è mica scritto e vorrei proprio confrontarmi in una rassegna così importante.

Il Corriere dello Sport - Stadio rilancia il rumor di mercato per il ritorno di Alessandro Gentile tra le due torri. "ll ritorno di Alessandro Gentile Ialla Virtus è più di una suggestione estiva. La società bianconera e l'entourage del giocatore, ora in Nazionale, hanno avviato i contatti che si stanno facendo in queste ore più intensi. Il nome di Gentile è salito al primo posto della lista di italiani fatta dalla dirigenza virtussina per sostituire il partente Pietro Aradori. Non appena sarà definito l'accordo per la rescissione del contratto con l'ormai ex capitano bianconero, e non dovrebbe mancare troppo tempo, dovrebbero esserci novità in questo senso. A un solo anno dal suo addio, Gentile troverebbe poi a Bologna un mondo completamente cambiato. In 365 all'Arcoveggio si è completato un intero moto di rivoluzione: tutti diversi i compagni e diverso l'allenatore. Ora sulla panchina della VuNera siede Djordjevic che Alessandro Gentile lo ha avuto a Treviso, prima del trasferimento a Milano. Allora l'ala italiana era poco più di un ragazzone. Ma era anche un qualcosa in più di una semplice promessa del basket italiano. Sale si fidò allora, con un talento da modellare, e sembra disposto a fidarsi ancora di lui otto anni dopo, adesso che il figlio più piccolo di Nando ha messo in evidenza i suoi pregi ed i suoi difetti."