Ripartono Brescia e Trento, crisi di Reggio, Sassari e Torino. E le F8…

Un punto sull’ultima giornata di Serie A e sui primi due mesi di campionato.
26.11.2018 16:19 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:   articolo letto 255 volte
Ripartono Brescia e Trento, crisi di Reggio, Sassari e Torino. E le F8…

Non era stato un fuoco di paglia. Germani Brescia e Dolomiti Energia Trento sono state le due squadre protagoniste dell’inizio di stagione più complicato tra quelle viste ad altissimi livelli nel 2017-18. Diana e Buscaglia hanno dovuto condurre le rispettive navi in burrasche complicate nei primi due mesi della stagione, ma i successi su Galatasaray e Zenit in Eurocup potrebbero essere davvero state le micce in grado di dare una svolta alla stagione. Trento e Brescia si sono confermate nel weekend di campionato, con due vittorie più nette di quanto non dicano i punteggi finali.

Due vittorie colte contro due avversarie in crisi profonda come Sassari (quattro sconfitte di fila) e Torino (addirittura 5 ko consecutivi). Se i sardi hanno quantomeno dato qualche segnale in Europa, lo stesso non si può dire dei piemontesi che con Larry Brown in panchina hanno vinto una sola partita: la semifinale di Supercoppa contro Trento. Aquila che sarà proprio il primo avversario, post pausa, per Torino che potrebbe presentarsi con altri nomi nuovi dopo l’esordio (positivo) di Moore.

È crisi anche per Reggio Emilia, sconfitta in casa da una Pistoia al secondo successo esterno consecutivo, ora ultima per classifica avulsa. La squadra di Cagnardi ha già operato sul mercato, ma i movimenti potrebbero non essere finiti visto l’infortunio di Elonu e le voci di rottura con Butterfield. La classifica attuale, molto corta (tutte in 3 vittorie di distanza a esclusione di Milano e Venezia, già in fuga) consente già alcune riflessioni in chiave Final Eight di Coppa Italia.

Sono tante le sorprese che popolerebbero la kermesse di Firenze se il girone d’andata terminasse oggi: Varese, Brindisi e la caldissima Pesaro (tre successi in fila con lo scalpo importante della Virtus Bologna, e giocatori come McCree, Mockevicius e Blackmon che confermano il loro grande impatto sul campionato giornata dopo giornata) sarebbero new entry rispetto a un anno fa, mentre la matricola Trieste sarebbe appena fuori per classifica avulsa. Ma c’è ancora tempo per rimescolare tutti i verdetti: in particolare, l’intenso calendario natalizio potrebbe essere decisivo.