Torino e Casale le big a Ovest, Ravenna non si ferma a Est

Oggi siamo qui per fare un'analisi sulla Serie A2, con il campionato che si sta avviando verso la parte calda della stagione.
20.02.2020 16:00 di Alessandro Nobile   Vedi letture
Torino e Casale le big a Ovest, Ravenna non si ferma a Est

La Serie A2 si sta avvicinando al momento topico della stagione, con le squadre che vorrebbero cercare di trovare il posizionamento migliore dopo la regular season per la fase a orologio e i conseguenti playoff. Oggi vogliamo cercare, in qualche modo, di analizzare la situazione nei due raggruppamenti, per capire anche i reali obiettivi delle varie squadre.

Nel girone Ovest la mattatrice della stagione è Torino, che tra le favorite di inizio stagione è l'unica che è riuscita a confermare il pronostico degli addetti ai lavori. Al secondo posto c'è Casale che era data come una delle possibili sorprese e sta mantenendo questo status, dopo un momento di flessione sta trovando nuovamente i risultati. Agrigento è l'autentica sorpresa del girone Ovest, con la squadra siciliana che sta sovvertendo i pronostici ogni settimana, meritando di stare tra le grandi con un ruolo da protagonista. Biella dopo una serie di risultati importanti che l'hanno vista mantenere la testa per molto tempo, ha perso qualche colpo e ora è dietro a inseguire. Trapani e Treviglio sono in zona playoff e stanno facendo una stagione di tutto rispetto. Le due delusioni più grandi, a oggi, sono Scafati e Tortona date come favorite con Torino ma che ora si trovano, addirittura, fuori dalle prime 8 posizioni. La squadra piemontese, soprattutto, con i due acquisti a stagione inoltrata, Sanders e Severini, sta vedendo peggiorarsi la classifica invece che migliorarsi. Tra le squadre che si giocano la salvezza ci sono Capo d'Orlando, Leonis Roma e Bergamo. Se per la squadra capitolina lo si poteva intuire, le altre due stanno giocando una stagione al di sotto di ogni aspettativa, soprattutto la squadra sicula che nella scorsa stagione perse la promozione in Serie A, con Treviso, alla gara decisiva giocata in casa nella finale playoff.

Per quanto riguarda il girone Est, invece, la squadra che sta facendo meglio di tutte è ovviamente Ravenna, che dall'inizio della stagione con coach Cancellieri guarda tutte le altre dall'alto. Forlì, seconda, è l'unica che ha tenuto il passo in maniera costante e sta facendo una grande annata, dietro sta però rientrando Verona che dopo le difficoltà sta facendo vedere il vero valore, soprattutto dopo gli innesti e il cambio di allenatore. In zona playoff, poi, troviamo anche Mantova e Ferrara che stanno cercando di stupire, soprattutto la seconda sotto la guida di Spiro Leka. Dietro di loro, poi, troviamo Udine che era una delle favorite stagionali, troppi alti e bassi per la squadra di Ramagli che non riesce a prendere quota. Un'altra sorpresa è l'Urania Milano che, dopo un inizio stentato, ha cominciato a trovare risultati con continuità, con grandi prestazioni anche con le grandi squadre. Dopo il cambio di allenatore c'è stato il cambio passo per San Severo, che è sempre stata in fondo, e ora si gioca la possibilità di entrare nella post-season. La lotta per non retrocedere, probabilmente convolgerà Orzinuovi e Roseto.