Delirio mondiale azzurro: l’Italia domina l’Ungheria, si va in Cina!

Non c'è partita a Varese: la squadra di Sacchetti torna alla rassegna iridata dopo 13 anni
22.02.2019 21:43 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
Delirio mondiale azzurro: l’Italia domina l’Ungheria, si va in Cina!

Il digiuno è finito, si va in Cina! L’Italia torna ai Mondiali, dopo 13 anni, e lo fa dalla porta principale, ottenendo la qualificazione con il successo sull’Ungheria a Varese (75-41), dopo un bel cammino. Otto vittorie in undici partite, sempre tra primo e secondo posto dei gironi delle due fasi e questo pass arrivato con una giornata d’anticipo. Insomma, solo tanti complimenti per gli azzurri e per coach Meo Sacchetti, per un’avventura partita tra mille dubbi, vista l’assenza dei big e questa novità delle finestre, ma interpretata nel migliore dei modi, regalando anche fasi di bel gioco ed un carattere importante.

Una qualificazione praticamente mai in discussione, che mancava dal secolo scorso, visto che l’ultima rassegna iridata l’avevamo giocata nel 2006, ma solamente grazie ad una wild card. Ora andremo in Cina senza nessun aiuto e senza la necessità di aspettare le decisioni della Fiba e lo facciamo con una squadra che ha meritato ogni successo e soddisfazione. Alcuni di questi protagonisti potranno restare a casa a settembre per fare spazio ai giocatori NBA e di Eurolega, che quasi certamente torneranno a disposizione, ma per quello ci sarà tempo. Ora si festeggia.

L’urlo decisivo è arrivato a Masnago, in un palazzetto pieno di entusiasmo e tutto esaurito. Non c’è mai stata partita, con gli azzurri subito avanti 10-0 con il grande inizio di Alessandro Gentile, per poi aumentare con costanza il vantaggio, con un ottimo lavoro difensivo (15 punti subiti nei primi 20’) ed anche approfittando di una squadra ungherese davvero sottotono. Il +20 è stato raggiunto già nel corso del secondo periodo, con i canestri di Aradori e Della Valle, poi è stata solo una lunga attesa della sirena finale, per dare il via alla grande festa. L’aereo per la Cina ha acceso i motori. 

TUTTA LA GIOIA AZZURRA. E PETRUCCI: "ORA OBIETTIVO OLIMPIADI"