La marcia dell’Olimpia si ferma a 6: il Khimki la vince nella ripresa

Dopo un ottimo avvio la squadra di Messina si spegne nel secondo tempo, interrompendo a sei la striscia di vittorie europee.
14.11.2019 19:41 di Ennio Terrasi Borghesan Twitter:    Vedi letture
La marcia dell’Olimpia si ferma a 6: il Khimki la vince nella ripresa

Arriva il secondo ko stagionale in Eurolega per l’Olimpia Milano, che cade alla Mytishchi Arena al cospetto di un coriaceo Khimki Mosca, che si impone per 87-79. Dopo un primo tempo più che positivo in attacco, contro una difesa russa poco esaltante, la squadra di Messina si inceppa nella ripresa (dove segna solo 28 punti contro i 51 dei primi 20’): Milano forza decisamente troppo in attacco e conseguentemente in difesa è meno incisiva, subendo troppo le iniziative di Shved (24 con 9/20 dal campo) e Jerebko (19 tirando 8/10). In casa biancorossa il top scorer è Luis Scola (16 di cui 14 nel primo tempo, con l’argentino che aggiunge 8 rimbalzi), in doppia cifra anche Roll (14), Rodriguez, Nedovic (13 a testa) e Micov (11).

Quintetto atipico per Messina (è Burns l’escluso dai 12 oltre agli infortunati Gudaitis e Della Valle), con il trio Micov-Brooks-White insieme a Rodriguez e Scola. È l’argentino il più cercato in avvio (suoi i primi tre tiri di Milano), con l’Olimpia che replica a un ottimo avvio di Booker con un 7-0 che vale il primo vantaggio biancorosso. Shved replica con un gioco da quattro punti, ma Nedovic ha un buon impatto dalla panchina e Milano chiude avanti di 3 dopo 10’. Il buon momento Olimpia, complice anche una difesa russa non irresistibile, continua: la seconda tripla di Nedovic vale il +9 al 12’ (33-24). Shved è ispirato e guida un tentativo di rimonta dei padroni di casa (7-0), e da quel punto saltano le difese: Milano è sempre avanti, con Scola che chiude il primo tempo a quota 14, ma un ottimo Shved (17 all’intervallo) permette ai padroni di casa di chiudere sul -4.

Rodriguez e Micov riportano l’Olimpia a +9, ma due triple di Jovic e Booker impediscono alla squadra di Messina di scappare via, riportando a distanza minima la squadra russa. Milano in attacco è totalmente ferma, e il parziale russo si dilata fino al 16-0, con Bertans, Shved e Jovic in copertina. Nedovic ferma l’emorragia, e Milano chiude bene il terzo quarto impattando con una tripla del Chacho. Il Khimki parte bene nel quarto periodo, con Milano che si spegne dopo un infortunio occorso a Michael Roll: un 11-0 dei padroni di casa, con l’Olimpia che non approfitta di un Khimki in problemi di falli dopo 90”, vale il +12. Roll, rientrato, e Micov riescono a risvegliare Milano, ma il 6-0 viene vanificato da due canestri di Kramer, che riportano i russi sul +10 chiudendo di fatto i giochi.

LE PAGELLE DI KHIMKI MOSCA-OLIMPIA MILANO