La Supercoppa resta tabù per Milano, la festa è di Reggio Emilia

La Grissin Bon comanda per quasi tutti i 40 minuti e conquista il primo trofeo dell'anno
27.09.2015 20:30 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessia Doniselli
La Supercoppa resta tabù per Milano, la festa è di Reggio Emilia

La Supercoppa Italiana è di Reggio Emilia. La squadra di Menetti comanda praticamente dall’inizio alla fine (80-68) e per l’Olimpia Milano resta ancora tabù questo trofeo, che resta ancora l’unico a non aver vinto nella storia. Successo ampiamente meritato dagli emiliani, con Della Valle (nominato MVP) e Stefano Gentile assoluti protagonisti del match, mentre per i biancorossi c’è una percentuale disastrosa dalla lunetta, una serie infinita di palle perse ed un gioco decisamente farraginoso, questa volta non accompagnata da una difesa di livello importante. Troppi giocatori sottotono, al cospetto di una squadra dove tutti sono riusciti a dare un contributo importante.

Inizio pieno di tensione al PalaRuffini, con le due squadre che sono sul 4-0 emiliano dopo oltre 3’, prima che il capitano sblocchi la formazione di Repesa. La Grissin Bon comunque continua a comandare il match, escluso un breve vantaggio milanese (15-14 al 7’), con un Della Valle straordinario: 13 punti con 5/6 al tiro e 3 triple nel primo tempo, mentre dall’altra parte l’EA7 è drammatica ai liberi (4/16) e perde 11 palloni. Con la ‘faccia cattiva’ del giovane ex Ohio State, i vice campioni d’Italia scappano fino al +12 (39-27 al 17’), però Milano, guidata dal solito Gentile, chiude con un 9-0 il primo tempo e riapre tutto, anche con un paio di triple di Jenkins.

Il parziale prosegue con la tripla del pareggio di Cinciarini per aprire la ripresa, ma l’EA7 non riesce a trovare continuità e la squadra di Menetti riesce a mantenere il comando del confronto, allungando nuovamente oltre la doppia cifra di vantaggio (61-50 al 30’), con un parziale di 13-2 per chiudere il terzo periodo, grazie ad uno Stefano Gentile superlativo (8 punti nel 3° quarto). Milano non riesce mai a trovare le chiavi per riavvicinarsi, con il numero di palle perse che sale in maniera esorbitante e tanti errori anche al tiro. La tripla di Silins dall’angolo è già il segnale, la penetrazione di Aradori è la sentenza finale. Ed è grande festa per Reggio Emilia.

LEGGI ANCHE LE PAGELLE DELLA FINALE DI SUPERCOPPA

LA GIOIA DI REGGIO EMILIA NEL POST PARTITA E LA DELUSIONE DI MILANO


LA DIRETTA DI REGGIO EMILIA-MILANO 

FINALE La Supercoppa Italiana è di Reggio Emilia, per Milano ancora una delusione (la terza su tre) in finale

74-64 al 38' 2/2 di McLean ai liberi, persa di Reggio Emilia. Timeout Menetti. Passi di McLean, Lavrinovic dalla lunetta riporta i suoi in doppia cifra di vantaggio. Aradori segna in penetrazione, altro timeout Repesa. Macvan 2/2 ai liberi.

71-60 al 36' Kaukenas fa 1/2 ai liberi per il +14, tripla di Cinciarini. 

70-57 al 34' Cinciarini dalla lunetta fa 2/2 (primo percorso netto di Milano della partita ai liberi), ma spreca l'occasione di riavvicinarsi. Timeout Repesa, ma Silins punisce dall'arco per il +12. Altra persa per Milano e nuovo timeout in pochi secondi per l'EA7.

66-55 al 32' Hummel fa 2+1 su rimbalzo offensivo, Veremeenko risponde da sotto. Partita fermata per mettere a posto la protezione del tabellone. Dopo circa 5' la partita riparte, McLean riporta Milano a -8. Silins subisce fallo sul tiro da 3 e fa 3/3 ai liberi. 

61-50 FINE TERZO QUARTO Polonara ai liberi riporta Reggio a +6, problema fisico per De Nicolao. Ancora Stefano Gentile dall'arco, poi Veremeenko firma la doppia cifra di vantaggio

55-50 al 28' Piazzato di Lawal, Veremeenko da sotto. 

53-48 al 26' Simon ancora dall'arco, poi in penetrazione per il pareggio. Polonara da 3, Aradori in penetrazione

48-43 al 24' Stefano Gentile da 2 e poi la tripla, Reggio torna a +6. Risponde Simon dall'arco, Kaukenas da sotto

41-40 al 22' Cinciarini pareggia dall'arco, aprendo le marcature nella ripresa. Aradori riporta avanti Reggio, McLean fa l'ennesimo 1/2 ai liberi. 

39-36 FINE SECONDO QUARTO Jenkins colpisce da 3 in contropiede, timeout Menetti. Ale Gentile va in lunetta e segna solo un libero, ma Hummel riporta Milano ad un possesso di ritardo. Fallo in attacco di Polonara, ma Ale Gentile e Aradori sbagliano dall'arco e si va al riposo sul +3 emiliano.

39-30 al 18' Ancora Della Valle dall'arco e Reggio raggiunge il +11. McLean fa 1/2 ai liberi, Stefano Gentile subisce fallo dal fratello e punisce con un 2/2. Hummel da sotto, ancora errori dalla lunetta per Milano con Macvan (1/2)

34-26 al 16' McLean segna un libero, Kaukenas in penetrazione per il +10 emiliano, Altri errori dalla lunetta per Milano, poi McLean segna con il fallo, ma sbaglia il libero. Timeout Menetti.

32-23 al 14' Silins riporta i suoi a +6 completamente libero da sotto, ancora Della Valle e Reggio va a +9. Risponde Ale Gentile, De Nicolao ruba a Cinciarini e segna in contropiede. Il capitano milanese fa 0/2 ai liberi

25-21 al 12' Lavrinovic si sblocca dall'arco, dopo 5 errori al tiro, e Reggio torna a +6. Lawal fa 0/2 dalla lunetta, ma prende il rimbalzo e schiaccia.

22-19 FINE PRIMO QUARTO Della Valle dall'arco per il vantaggio reggiano, si sblocca Hummel. Aradori fa 2/2 ai liberi, poi Della Valle in contropiede schiaccia il +3 emiliano. 

15-17 all'8' Ancora Ale Gentile, Simon trova dall'arco il primo vantaggio milanese. De Nicolao pareggia con un libero, poi Lawal schiaccia su rimbalzo d'attacco

14-10 al 6' Stefano Gentile riporta i suoi a +3, poi Kaukenas mette la tripla del 10-4 Reggio. Risponde Macvan dall'arco, Aradori fa 2/2 dalla lunetta. Jenkins da 3 e Milano è a -2, poi il n° 22 fa il secondo fallo. Segna Della Valle

5-4 al 4' Polonara segna il 4-0 e Repesa chiama subito timeout. A.Gentile sblocca Milano dopo 3'30", Polonara fa 1/2 ai liberi. Ancora Ale per il -1

2-0 al 2' Tanti errori da ambo le parti, Stefano Gentile sblocca il punteggio per Reggio. 

QUINTETTI REGGIO EMILIA: S.Gentile, Aradori, Kaukenas, Polonara, Lavrinovic. MILANO: Cinciarini, Jenkins, Gentile, Macvan, McLean

Ore 18.29 Dopo l'inno nazionale, ultimi tre minuti di riscaldamento e poi la palla a due

Ore 18.24 E' l'ora della presentazione delle squadre al PalaRuffini: prima entra la madrina con la Supercoppa, poi nell'ordine Milano e Reggio Emilia

Ore 18.15 Maglia rossa per Milano, maglia bianca per Reggio Emilia

Ore 18.10 Mentre le due squadre sono sul parquet per riscaldarsi, nel PalaRuffini risuona l'inno del campionato di Ghemon

Ore 18.00 Anche la Grissin Bon Reggio Emilia fa il suo ingresso in campo, con il roster al completo

Ore 17.58 Manca mezz'ora alla palla a due della finale ed è tempo di ingresso in campo per le due squadre: sul parquet c'è già l'Olimpia Milano, come ieri con Barac escluso per turnover.