Livio Proli e l'Eurolega dell'Olimpia: "Non rifaremo gli stessi errori"

Il presidente biancorosso parla della disastrosa annata europea
 di Fabio Cavagnera Twitter:   articolo letto 3246 volte
© foto di Alessia Doniselli
Livio Proli e l'Eurolega dell'Olimpia: "Non rifaremo gli stessi errori"

La vittoria contro Venezia ha dato il primato matematico all’Olimpia Milano in stagione regolare, con il fattore campo per tutti i playoff. Un risultato intermedio raggiunto per il quarto anno consecutivo, che ora consentirà allo staff tecnico biancorosso di fare con tranquillità il consueto richiamo di preparazione, verso i playoff: “Ora possiamo ripianificare il lavoro – le parole del presidente Livio Proli - E’ quasi come un ritiro di precampionato, per ripartire e rimettersi a posto, sperando di non avere ulteriori infortuni. Poi ai playoff sarà durissima, lo sappiamo”.

La scorsa è stata anche la settimana della fine dell’Eurolega, con quell’ultimo posto non certo in linea con la storia dell’Olimpia e con le aspettative della vigilia. “La stagione si commenta da sola – ha proseguito - Siamo arrivati ultimi, ci sono tanti fattori che hanno determinato questi risultati. Come sempre accade, le concause sono tante, le abbiamo analizzate. Purtroppo i sintomi li abbiamo già visti in autunno, novembre e dicembre, quando abbiamo compromesso la stagione”. Quella serie di dieci sconfitte consecutive, che hanno irreparabilmente staccato i biancorossi dal gruppo.

Da allora c’è stato il crollo, fino alla sconfitta interna di venerdì scorso con Kazan: “Abbiamo ben chiaro dove abbiamo sbagliato – commenta il n° 1 dell’EA7-Emporio Armani – di positivo c’è il fatto che non ripeteremo gli stessi errori l’anno prossimo. Questa la possiamo sicuramente spendere come promessa”. Ci sarà ulteriore tempo per le analisi, ma ora il pensiero va ai playoff: “Questa sconfitta cocente ci darà ulteriore cattiveria energia mentale per far bene i playoff. Questi sono bravi ragazzi e credo vogliano lavare questa onta nel modo migliore. Lo scudetto non è solo più una questione di obiettivo stagionale, ma serve anche per dimenticare questa bruttissima Eurolega”.