Messina, l’uomo per la terza stella ed il salto europeo. Con tante novità

Il nuovo plenipotenziario sportivo dell'Olimpia Milano, gli obiettivi e cosa potrà accadere soprattutto per lo staff tecnico
12.06.2019 12:09 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
© foto di Sergio Cerbone
Messina, l’uomo per la terza stella ed il salto europeo. Con tante novità

L’Olimpia Milano è, dunque, ripartita da Ettore Messina. Una settimana per attenuare la delusione della precoce eliminazione dai playoff, poi è stato dato via al nuovo corso. Una vera e propria rivoluzione, con il tecnico catanese ad avere un ruolo ‘alla Ferguson’, quasi un inedito a livello cestistico, in particolare in Italia. Sarà comunque affiancato da un uomo di pallacanestro, oltre che dal presidente Dell’Orco: si parla con insistenza di Claudio Crippa, uomo fidato proprio di Messina ed attuale scout per l’Europa dei San Antonio Spurs. Ma attenzione anche ad altre possibili piste.

Il nuovo plenipotenziario sportivo del club biancorosso cambierà molto anche nello staff tecnico: Massimo Cancellieri è pronto ad andare a Ravenna, ma in uscita paiono esserci anche Andrea Turchetto, Alberto Rossini e Giustino Danesi, mentre appare probabile la permanenza di Mario Fioretti, con cui Messina ha già lavorato in Nazionale. Ora il neo tecnico vaglierà i tanti giocatori sotto contratto per capire chi è ritenuto adatto al suo nuovo progetto (attenzione a James) e poi si guarderà ai nuovi arrivi, con almeno due o tre giocatori di alto profilo a livello di Eurolega.

Proprio il definitivo salto di qualità europeo è il grande obiettivo del nuovo corso: dopo aver sfiorato i playoff nell’ultima stagione, arrivare tra le prime otto sarà un ‘must’ per la nuova annata, per poi dare un concreto assalto alle Final Four negli anni successivi. Ma, ovviamente, non verrà tolto lo sguardo anche all’interno dei nostri confini: la ricerca della continuità mancata nella gestione Proli sarà l’altro traguardo da raggiungere per l’Olimpia firmata Messina. Con quella terza stella nel mirino, visto che la quota attuale è 28 ed il nuovo progetto è di almeno tre anni.