Scatta l'operazione finale per l'EA7, Reggio sarà senza Stefano Gentile

I biancorossi tornano al lavoro al Lido, è scattata la vendita dei biglietti
31.05.2016 09:59 di Fabio Cavagnera Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessia Doniselli
Scatta l'operazione finale per l'EA7, Reggio sarà senza Stefano Gentile

Dopo aver trascorso un lunedì di riposo, per ricaricare le batterie dopo la battaglia contro Venezia, l’Olimpia Milano torna al lavoro nella secondaria del Lido. Il pensiero è unico: vincere quattro partite contro Reggio Emilia, per tornare sul trono d’Italia e completare quel double (con la Coppa Italia) riuscito solamente una volta negli ultimi 20 anni (1996). Coach Jasmin Repesa potrà lavorare con il roster finalmente al completo, visto il rientro di Andrea Cinciarini, seppur il playmaker azzurro (e grande ex) deve ancora ritrovare condizione e ritmo gara, dopo il lungo stop.

Questi giorni che ci separano da gara 1 della sfida tricolore, in programma venerdì sera al Forum di Assago, saranno importanti proprio per permettere al Cincia di lavorare con il resto del gruppo ed avere così più minuti nelle gambe, in una serie che si presenta equilibrata e probabilmente piuttosto lunga. Gli altri, pur tra un po’ di stanchezza e qualche acciacco, sono tutti pronti per l’appuntamento più importante della stagione. Ed anche i tifosi biancorossi non vogliono mancare, con la caccia al biglietto scattata ieri a mezzogiorno per le prime due sfide da giocare sul terreno amico. Ci si attende, ovviamente, il palazzo pieno e colorato di rosso per entrambe le gare.

Dopo la vittoria di ieri sera in gara 7 contro Avellino, dunque, sarà la Grissin Bon l’avversaria dell’EA7-Emporio Armani nella sfida per il titolo. Per gli emiliani si tratta della seconda finale consecutiva, dopo la beffa subita lo scorso anno da parte di Sassari. La formazione di Menetti avrà un’assenza rilevante: quella di Stefano Gentile. Non ci sarà la sfida tra fratelli, con capitan Alessandro, a causa di uno strappo muscolare che ha già chiuso la stagione del reggiano. Quasi certo, invece, il recupero di Vladimir Veremeenko, fuori da gara 1 della semifinale.